Dodicesima giornata dei ciclisti militari a San Gallo, 17.5.1925. Film muto, 35 mm, di Willy Leuzinger (Cinémathèque suisse, Collezione Cinema Leuzinger, segnatura 31c; copia di consultazione Memobase ID CS 05-5).

L’immagine figura nella voce:

Bicicletta

Il Dizionario storico della Svizzera DSS è un'opera di consultazione sulla storia svizzera, elaborata secondo principi scientifici, interconnessa, attuale e multimediale. Si definisce da un lato quale infrastruttura di ricerca scientificamente affidabile per l'utenza specialistica e dall'altro quale servizio d'informazione attrattivo ed esauriente per il vasto pubblico.

 

POSTI VACANTI 

Per completare il nostro team di redazione cerchiamo due redattori / redattrici per la redazione di lingua tedesca (60-80%) e una redattrice / un redattore multimedia (50%) con inizio 1 luglio 2021 o data da convenire.

NUOVO NEL DSS

Temi

Cinema itinerante

Versione del 15.01.2021

In seguito alla prima presentazione pubblica di vues photographiques animées («vedute fotografiche animate») con il Cinématographe dei fratelli Lumière il 28 dicembre 1895 a Parigi, il film si diffuse rapidamente in tutto il mondo come nuovo mezzo d'espressione. Dopo l'Esposizione nazionale a Ginevra, a partire dal 1896 in varie località della Svizzera ebbero luogo spettacoli cinematografici in sale di teatro, di concerto o di locande. Prima dell'apertura di sale di cinema stabili – in Svizzera dal 1907 – la presentazione di immagini in movimento era esclusivamente ambulante: equipaggiati di proiettore e pellicole, i presentatori facevano tappa in sale esistenti o giravano il Paese con propri baracconi, partecipando, solitamente a ritmo annuale, a fiere o sagre popolari. Erano in particolare famiglie tradizionalmente attive come giostrai, che dal 1897 lanciarono la proiezione di film come nuova attrazione, accanto a, o in sostituzione di, giostre esistenti come teatri meccanici, ippodromi o panorami. Dinastie di imprenditori attivi a livello internazionale gestivano diverse attrazioni. Philipp e Heinrich Leilich, originari del Palatinato, ad esempio, avevano la loro base a Zurigo, da dove gestivano diversi cinema ambulanti in Svizzera, Germania, Francia e Lussemburgo. In ragione del clima più mite, nei mesi invernali spostavano l'attività a sud delle Alpi, in Ticino e nell'Italia settentrionale. Louis Praiss, cittadino della Prussia orientale naturalizzato svizzero a Ginevra, oppure Alexander Dahlmann-Fasold di Yverdon erano attivi sia in Svizzera, sia nell'impero austro-ungarico. Arredati in maniera sontuosa, con facciate intagliate e dipinte, luci ornamentali elettriche, organetti meccanici musicali con figure nonché imponenti generatori di corrente, i cinema itineranti erano i predecessori delle grandi sale cinematografiche. Prima della costruzione, attorno al 1912, delle prime strutture dedicate specificatamente alla proiezione di film, per comfort e dimensione questi cinema superavano di gran lunga le sale stabili. Il Biographe Suisse, con cui Georges Hipleh-Walt di Bienne percorreva la Svizzera, l'Italia e la Germania, poteva accogliere oltre 2000 visitatrici e visitatori, aveva uno schermo di ca. 80 me una propria orchestra. Per il complesso e dispendioso trasporto del tendone da cinema i gestori si affidavano alla ferrovia.

Tutti i film della collezione Leuzinger pubblicati nel DSS si trovano qui.

50 anni di suffragio femminile

Il sito Omaggio 2021 presenta i profili biografici di 180 donne che in tempi e con sfondi personali molto diversi hanno lottato per l’ottenimento del diritto di voto e di eleggibilità per le Svizzere. In riconoscimento degli sforzi compiuti da queste battistrada, il DSS ha sostenuto il progetto assicurando la traduzione dei ritratti. Nel corso dell’anno produrrà inoltre una sessantina di nuove biografie femminili tratte da Omaggio 2021 e amplierà una serie di voci legate al tema del suffragio femminile.

Fonte: Plakatsammlung der Schule für Gestaltung Basel, Münchenstein, Signatur 16347


Progetti del DSS

Altri progetti del DSS

Rimanete aggiornati sui progetti e sulle novità del DSS!

Iscrivetevi alla newsletter

Edizione a stampa del DSS in 13 volumi
Ordinare
Edizione parziale romancia del DSS in 2 volumi
Ordinare

Altri servizi

INFO DSS

Sommario

03.02.2021
Traduzioni di profili biografici femminili per Omaggio 2021

Il sito Omaggio 2021 presenta i profili biografici di 180 donne che in tempi diversi e a partire da esperienze personali differenti si sono battute per l’ottenimento del diritto di voto e di eleggibilità per le Svizzere. Rappresentano le innumerevoli altre che hanno lottato per l’indipendenza e la parità delle donne e alle quali nel 2021 sono dedicate una mostra e una proiezione panoramica nella città di Berna.

03.02.2021
Andreas Tscherrig ha lasciato il DSS

Alla fine di gennaio 2021 il nostro collega Andreas Tscherrig ha lasciato il DSS. Attivo dal 2008 dapprima come studente-collaboratore nel gruppo di produzione, ha poi lavorato nella redazione multimedia e dopo il 2014 ha partecipato alla concezione e realizzazione del settore multimedia nel nuovo dizionario online. Grazie alle sue molteplici qualità è poi divenuto collaboratore scientifico, incaricato di diversi compiti nel campo della multimedializzazione, del controllo di qualità e della pianificazione, e nel 2016 è stato nominato responsabile dei Digital Services (servizi informatici). In tale funzione ha dato un apporto fondamentale al passaggio tecnologico dal dizionario a stampa a quello digitale e alla pianificazione, allo sviluppo e alla realizzazione del nuovo sito web e del sistema redazionale.

03.02.2021
Roger Sidler ha lasciato il DSS

Alla fine di gennaio 2021 il nostro collega Roger Sidler si è congedato dal DSS. Entrato nel 2003 nella redazione di lingua tedesca, dal 2007 ne è stato il viceresponsabile. Ha redatto innumerevoli voci, originali e traduzioni dalle due lingue latine, contribuendo in misura determinante alla conclusione dell’edizione a stampa del DSS nel 2014. Si è distinto anche nella trasformazione del libro in una risorsa online: ha tra l’altro collaborato alla valutazione dell’edizione cartacea e nella fase di transizione ha diretto il settore Persone & Famiglie. Se le nuove biografie del DSS si presentano ora in una veste rinnovata, più leggibile e attenta agli aspetti scientifici, è in gran parte merito suo.