Il nuovo DSS digitale!
27.05.2019

È con grande gioia che il team del DSS vi presenta il nuovo dizionario digitale sulla storia svizzera!

Quando la fondazione Dizionario storico della Svizzera, istituita nel 1988, ha formulato i suoi scopi, ha dato prova di grande lungimiranza: dopo la conclusione dell’edizione a stampa, il dizionario avrebbe infatti dovuto proseguire sotto forma di una "banca dati elettronica". Il prospettato futuro elettronico del DSS è diventato realtà molto prima del previsto. Già nel 1998, anticipando di tre anni Wikipedia e ancora prima che fossero pubblicati i primi volumi, il dizionario era in rete con l’e-DSS. Questa versione online in seguito è cresciuta e con il tempo ha addirittura superato in velocità l’edizione a stampa, portata a termine nel 2014. Nel 2018 il DSS ha compiuto un ulteriore significativo passo verso il suo futuro interamente digitale con il lancio della versione Beta di un sito tutto nuovo. Nel maggio 2019 quest’ultima ha lasciato spazio all’attuale sito.

La nuova presenza sul web è molto di più che il vecchio e-DSS vestito a nuovo. L’indicizzazione di tutte le 36'000 voci costituisce la base per accedere agli articoli con nuove funzionalità di ricerca, ossia tramite canali tematici, cronologici e geografici o per categorie di voci. Progressivamente anche le immagini e le infografiche saranno indicizzate sistematicamente. I contenuti dell’edizione a stampa, il fondamento su cui poggerà ancora a lungo il DSS digitale, diventeranno così visibili e fruibili in maniera del tutto nuova. Ci auguriamo quindi di offrire alle nostre lettrici e ai nostri lettori percorsi finora sconosciuti e inattesi per scoprire la ricchezza e la varietà delle voci che compongono il dizionario.

Come succede spesso nel caso di progetti fortemente dipendenti dall’evoluzione della tecnologia dell’informazione, la messa in servizio del nuovo sito ha subito un ritardo rispetto alla pianificazione. Per tutte le persone coinvolte, compresi i fornitori dei servizi IT, la via per arrivare a questo traguardo è stata piena di incognite. Non si trattava infatti solo di realizzare un nuovo sito web, ma di digitalizzare tutta l’impresa. Abbiamo sicuramente sottovalutato la complessità dei lavori e il fatto di essere, e di voler rimanere, un progetto convintamente plurilingue non ha certo semplificato il compito.

Naturalmente il rinnovo del DSS va ben oltre il "semplice" progetto IT. Anche sul piano dei contenuti per il dizionario inizia una nuova fase di sviluppo. Se fino al 2014, con l’edizione a stampa, era stato l’ordine alfabetico a dettare il ritmo di produzione, in futuro il DSS si orienterà in primo luogo allo stato della ricerca storiografica e cercherà di colmare carenze e lacune già note o che emergono man mano.

Nel 2017 erano stati avviati i primi progetti pilota in tal senso e la versione Beta conteneva già nuove voci raggruppate per tema. In linea con l’uscita del DSS nella sua nuova veste digitale, è stata dapprima pubblicata una serie di articoli sulla storia della digitalizzazione, seguita da una sulle stazioni palafitticole preistoriche. Altri progetti seguiranno sull’arco dell’anno.