de fr it

Humlikon

Ex comune del canton Zurigo, distretto Andelfingen, nel Weinland zurighese, a sud della Thur, dal 2023 aggregato con Adlikon al comune di Andelfingen.  Dal 1798 al 1818 il villaggio di Humlikon fece parte del comune di Andelfingen, poi dal 1818 al 1872 di quello di Adlikon. Prima attestazione: Humlincon (1228). Popolazione: ca. 60 abitanti nel 1467, 178 nel 1634, 346 nel 1850, 320 nel 1880, 263 nel 1900, 213 nel 1950, 408 nel 2000, 445 nel 2010, 482 nel 2020. 

Humlikon: carta di situazione 2022 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2023 DSS.
Humlikon: carta di situazione 2022 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2023 DSS.

Il toponimo con suffisso -ikon indica una fondazione alemanna (Alemanni) dell'alto Medioevo. Nel 1228 la località è attestata come residenza dei baroni von Humlikon, che si estinsero nel XIV secolo. Il capitolo cattedrale di Costanza vi deteneva una corte (Kelnhof, economia curtense), che nel 1450 passò a una famiglia del luogo, gli Stucki. Attorno al 1400 i von Hohenlandenberg, signori di Andelfingen, detenevano l'alta e la bassa giustizia su Humlikon, ceduta con il villaggio alla città di Zurigo nel 1434; Humlikon fece parte del baliaggio zurighese di Andelfingen fino al 1798. Nel 1518 la comunità di villaggio acquistò l'insediamento abbandonato di Dindlikon (proprietà dei von Kyburg nel 1238); rimboscata e coltivata prevalentemente a campi e vigneti (viticoltura), la tenuta divenne un'importante fonte di reddito per il comune. Sul piano ecclesiastico Humlikon fece sempre capo alla parrocchia di Andelfingen. Incorporato nel comune politico di Andelfingen (1798), Humlikon fu assegnato come Zivilgemeinde al nuovo comune di Adlikon (1818) e divenne un comune indipendente nel 1872 in seguito a una votazione popolare cantonale. Situato lontano dalla strada principale, il villaggio non ottenne alcuna stazione sulla linea ferroviaria Winterthur-Sciaffusa, costruita nel 1857, poiché si rifiutò di cedere il terreno necessario. Dal 1873 il comune è servito dalla linea postale Henggart-Flaach, che fu motorizzata nel 1921. Rimasto un comune agricolo isolato, con una ridotta attività di artigianato (una fucina con laboratorio di ferramenta è attestata nel 1873) e senza industrie, il villaggio registrò un progressivo calo degli abitanti fino a metà del XX secolo. Humlikon fu al centro della cronaca nazionale il 4 settembre 1963, quando la catastrofe aerea di Dürrenäsch costò la vita a 43 abitanti. La crescente motorizzazione e la costruzione dell'autostrada del Weinland (1958) resero Humlikon un comune di pendolari in uscita a carattere rurale; negli anni 1970 ai piedi del Goldenberg si sviluppò un quartiere di case monofamigliari. Nel 1977 fu inaugurata a Humlikon la scuola di pedagogia curativa del distretto di Andelfingen. 

Riferimenti bibliografici

  • Fietz, Hermann: Die Bezirke Affoltern und Andelfingen, 1938, pp. 197-198 (Die Kunstdenkmäler des Kantons Zürich, 1).
  • Stauber, Emil: Geschichte der Kirchgemeinde Andelfingen. Umfassend die politischen Gemeinden Andelfingen, Klein-Andelfingen, Adlikon und Humlikon und für die ältere Zeit auch die politischen Gemeinden Dägerlen, Dorf, Thalheim und Volken, vol. 1, 1940, pp. 97-100; vol. 2, 1941, pp. 656-664.
  • Spaltenstein, Alfred: Der stille Wandel. Von Bauern, Handwerkern und High-Tech-Unternehmen, 1997.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Prima/e menzione/i
1228: Humlincon

Suggerimento di citazione

Ueli Müller: "Humlikon", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 30.08.2023(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/000026/2023-08-30/, consultato il 27.02.2024.