de fr it

Aefligen

Com. BE, distr. Burgdorf; (1261: Efflingen). Villaggio sulle rive della Emme, composto dai quartieri di Schachen, Ischlag e Neuhof. Pop: 191 ab. nel 1764, 483 nel 1850, 490 nel 1900, 739 nel 1950, 1014 nel 2000. A., dapprima proprietà dei signori von Kyburg, von Aarwangen e del monastero di Sankt Urban, nel XIII sec. passò al vicino monastero di Fraubrunnen, che già nel 1297 possedeva la curtis principale di questo insediamento. Il villaggio faceva parte della parrocchia di Kirchberg; sottostava alla bassa giurisdizione di Bätterkinden e alla signoria di Landshut (divenuta nel 1510/14 baliaggio bernese). Ad A. si praticava la cerealicoltura in base al sistema di avvicendamento delle colture. Dal XIV sec. gli ab. ebbero ripetute liti con i villaggi vicini e con il monastero per i diritti di pascolo sui terreni comuni; grazie alla spartizione delle proprietà collettive il com. ottenne foreste proprie al Rüdtligerwald nel 1847 e una parte di palude nel 1856. Nel 1838 fu costruito il primo ponte sulla Emme; la stazione della ferrovia Burgdorf-Soletta risale al 1875. Sede di varie industrie, tra cui una tessitura (1886-1920), una fonderia (del 1945) e una fabbrica di apparecchi (del 1954), nonostante lo sviluppo del secondario e del terziario (che nel 1990 offrivano il 41%, risp. il 47% dei posti di lavoro), il villaggio mantenne a lungo un carattere agricolo-artigianale. Attualmente A. è un com. residenziale, con un'alta percentuale di pendolari in uscita (72% nel 1990).

Riferimenti bibliografici

  • FDS BE, II/9
  • Chronik der Gemeinde Aefligen, 1987
  • Herzlich willkommen in Aefligen, 1987
Link
Controllo di autorità
GND
Classificazione
Entità politiche / Comune