de fr it

Reutigen

Comune del canton Berna, circoscrizione amministrativa Thun, aggregatosi nel 2024 con Zwieselberg. Reutigen, che si estende dal versante nordorientale della catena dello Stockhorn attraverso la pianura fino alla Kander, comprende inoltre il villaggio omonimo e gli insediamenti di Hani e Allmi (Allmend). Prima attestazione: Rötingen (ca. 1300). Popolazione: 338 abitanti nel 1764, 798 nel 1850, 739 nel 1900, 886 nel 1950, 909 nel 2000, 947 nel 2010, 1016 nel 2020.

Reutigen: carta di situazione 2024 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2024 DSS.
Reutigen: carta di situazione 2024 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2024 DSS.

Parte della signoria di Strättligen, probabilmente verso il 1308 Reutigen passò alla famiglia von Burgistein e in seguito a diversi altri signori. I von Bubenberg e gli Schütz, proprietari di Reutigen, vendettero i loro diritti a Berna, rispettivamente prima del 1486 e nel 1494; sul piano militare Berna integrò Reutigen nel baliaggio di Seftigen, affidandone l'amministrazione giudiziaria al castellano di Wimmis. La cappella, un tempo meta di pellegrinaggi mariani (menzionata nel 1330, edificata nel XII secolo, pitture murali risalenti al XIV-XV secolo), dotata di un ossario e di un proprio cappellano (dal 1412), fu una filiale di Wimmis; nel 1474 divenne chiesa parrocchiale (parrocchia). Dopo il 1485 Berna, titolare dei diritti di patronato dal 1479, integrò alla parrocchia di Reutigen anche Niederstocken e Oberstocken. Nel 1803 Reutigen fu incluso nel baliaggio (Oberamt) di Niedersimmental e nel 1831 nel distretto omonimo, dal 2010 fa parte della circoscrizione amministrativa di Thun. Accanto ai settori tradizionali dell'agricoltura, dell'economia forestale e dell'alpicoltura (Alpi), quest'ultima esercitata in forma collettiva, nel XX secolo si sviluppò la piccola industria. All'inizio del XXI secolo ca. i due terzi della popolazione attiva erano pendolari in uscita verso Thun, Spiez e Berna. Nel 2005 il settore primario offriva poco meno del 30% dei posti di lavori nel comune, il terziario il 50%.

Riferimenti bibliografici

  • Heimatkundevereinigung des Simmentals (a cura di): Simmentaler Heimatbuch, 1938.
  • Stähli, Verena: Kirche Reutigen BE, 1976.
  • Wetli, Esther: Bauinventar der Gemeinde Reutigen, 2006.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Prima/e menzione/i
ca. 1300: Rötingen
Classificazione
Entità politiche / Comune

Suggerimento di citazione

Anne-Marie Dubler: "Reutigen", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 10.06.2024(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/000464/2024-06-10/, consultato il 17.06.2024.