de fr it

Eich

Com. LU, distr. Sursee, situato sulla riva orientale del lago di Sempach; (1045: Heiche; 1173: Eiche). Pop: ca. 330 ab. attorno al 1695, 551 nel 1850, 434 nel 1900, 521 nel 1950, 1256 nel 2000. Sono stati rinvenuti resti di insediamenti del Neolitico e dell'età del Bronzo, tumuli dell'età del Ferro e una villa presso Wiesen. Un prete secolare è attestato nel 1275. Nel ME vi era un legame fra E. e la corte (Meierhof) di Sempach. Intorno al 1306 i diritti di patronato e di giustizia appartenevano agli Asburgo, che nel 1393 incorporarono la chiesa e la bassa giustizia alla cappellania della fortezza di Baden. Fino al 1559 il prete secolare o il sacerdote fu anche signore giustiziere. Dal 1415, spec. dopo il 1474, e fino al 1567 i diritti di collazione furono esercitati dagli otto vecchi cant., cui era sottoposto il baliaggio di Baden, e in seguito da Lucerna. Intorno al 1306 E. apparteneva al baliaggio asburgico di Sempach, dopo il 1415 al Michelsamt e nel XVI sec. passò all'Eiamt (parte del Michelsamt, dal XVII sec. con una propria circoscrizione fiscale o Steuerbrief). Inserito nella circoscrizione giudiziaria di Sempach dal 1798, E. fu dichiarato circoscrizione fiscale autonoma, l'equivalente dell'odierno com., nel 1819. Il confine fra parrocchia e com. venne regolato nel 1730 e poi fra il 1807 e il 1873, mentre a nord fu integrata una exclave di Sursee. Intorno al 1418, verso il 1500 e tra il 1807 e il 1808 vennero realizzati diversi lavori di ampliamento della chiesa di S. Lorenzo. Nel com. predominavano l'economia agricola mista e la frutticoltura. Nel 1572 ebbe luogo la spartizione dei boschi comuni e nel 1586 la recinzione di tutti gli appezzamenti. Il parroco Jost Ludwig Alois Schindler (1756-1793) fu promotore di alcune riforme agricole. Grazie alla sua posizione sulla strada di Basilea, E. fu fino al 1765 sede di una stazione di corrieri e di un'impresa per il trasporto di merci. Nel 2000 il settore primario forniva il 13% dei posti di lavoro, il terziario un po' meno della metà. Dalla costruzione del tratto della A2 Sursee-Emmen (galleria di E. nel 1981), la pop. residente è in aumento.

Riferimenti bibliografici

  • MAS LU, 4, 1956, 196-201
  • F. Glauser, J. J. Siegrist, Die Luzerner Pfarreien und Landvogteien, 1977, 132 sg.
  • C. Meyer-Freuler, «Neuere Forschungen zur römischen Villa "Wiesen", Gemeinde Eich», in JHGL, 8, 1990, 35-47
  • A. Ineichen, Innovative Bauern, 1996
Link
Controllo di autorità
GND
Classificazione
Entità politiche / Comune

Suggerimento di citazione

Hörsch, Waltraud: "Eich", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 08.11.2005(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/000636/2005-11-08/, consultato il 21.10.2020.