de fr it

Ebersecken

Ex comune del canton Lucerna, nella circoscrizione elettorale di Willisau, dal 2020 parte del comune di Altishofen, e antico convento femminile cistercense. Situato nella regione collinare di Willisau, il vasto territorio comunale di Ebersecken comprendeva l'omonimo villaggio, fattorie sparse, piccole frazioni e, a sud, l'exclave di Lingi. Prime attestazioni: Eberseche (1274), Ebersegge (1275). Popolazione: ca. 150 abitanti attorno al 1695, 541 nel 1798, 583 nel 1850, 476 nel 1900, 552 nel 1950, 386 nel 1990, 404 nel 2000, 417 nel 2010, 369 nel 2019.

Ebersecken: carta di situazione 2019 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2020 DSS.
Ebersecken: carta di situazione 2019 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2020 DSS.

Nel 1274 la cappella e i diritti di patronato di Ebersecken appartenevano al barone Rudolf von Balm. Quest'ultimo nel 1274-1275 vi fondò, insieme a Jakob von Fischbach, cittadino di Zofingen, un convento cistercense femminile, dove nel 1275 si insediarono monache provenienti da Rathausen. Denominato Pura vallis (attestato come Luther Thal nel 1660), fu sottoposto all'abbazia di Sankt Urban e dotato, in particolare del villaggio di Ebersecken nonché di terreni e peschiere a Egolzwil e Langnau bei Reiden. La chiesa, consacrata nel 1277, fu danneggiata da un incendio (documentato nel 1279) e riconsacrata nel 1353. Il convento, presumibilmente sempre di dimensioni modeste, che accoglieva donne della bassa nobiltà e di famiglie del patriziato cittadino, inizialmente fu guidato da badesse e nel XVI secolo da madri priore o superiori. In seguito a un incendio, attorno al 1460, la comunità si disperse temporaneamente fino al 1471, quando un procuratore di Sankt Urban ne assunse la guida; attorno al 1535 Lucerna vi insediò un amministratore laico. Nel corso della riforma dei conventi femminili lucernesi, quello di Ebersecken fu soppresso fra il 1588 e il 1594; le monache furono trasferite nei conventi di Eschenbach e Rathausen e i diritti ecclesiastici passarono a quest'ultimo. Si presume che gli edifici conventuali furono abbattuti attorno al 1590. Dopo l'ampio risanamento della chiesa conventuale nel 1662, si procedette alla sua demolizione nel 1707 e, su insistenza dei contadini, alla sua sostituzione con un cappella priva di benefici dedicata a S. Caterina (consacrata nel 1731 e restaurata nel 1997-1998). La cappella di S. Ulrico, situata sopra Ebersecken, costruita nel 1777 sulle fondamenta di un edificio più antico e demolita nel 1940, era servita da Grossdietwil.

Ebersecken dipese da diversi signori territoriali e, dal 1407, da Lucerna. Sul piano ecclesiastico le diverse frazioni fanno capo alle parrocchie di Altishofen, Grossdietwil, Zell, Schötz e Richenthal. Nel 1817-1818 sull'area del convento sorse la prima scuola, attorno al 1913 la seconda. All'inizio del XIX secolo Ebersecken si trovava in una zona ad economia agricola mista caratterizzata da fattorie sparse dove si praticava l'allevamento e l'economia lattiera. Fino al XIX secolo non esistevano beni comuni. All'inizio del XXI secolo Ebersecken conservava ancora un carattere prevalentemente agricolo (nel 2000 il settore primario offriva più della metà dei posti di lavoro). La galleria presso Ebersecken ricorda il fallito progetto della Ferrovia centrale svizzera di collegare Langenthal a Wauwil (1874-1875).

Riferimenti bibliografici

  • Steinmann, Hans: Zur Schulhausweihe in Ebersecken, Sonntag, 23. November 1913, 1913.
  • Reinle, Adolf: Das Amt Willisau mit St. Urban, 1959, pp. 59-63 (Die Kunstdenkmäler des Kantons Luzern, 5).
  • Sommer-Ramer, Cécile; Braun, Patrick: Die Zisterzienser und die Zisterzienserinnen, die reformierten Bernhardinerinnen, die Trappisten und Trappistinnen und die Wilhelmiten in der Schweiz, 1982, pp. 597-607 (Helvetia Sacra, III/3).
  • Manser, Jürg: «Ebersecken», in: Jahrbuch der Historischen Gesellschaft Luzern, 16, 1998, pp. 123-124.
  • Steiner, Hans-Christian: «Ebersecken», in: Jahrbuch der Historischen Gesellschaft Luzern, 17, 1999, pp. 64-67.
Link
Controllo di autorità
GND
Scheda informativa
Prima/e menzione/i
1274: Eberseche
1275: Ebersegge

Suggerimento di citazione

Hörsch, Waltraud: "Ebersecken", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 05.10.2020(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/000665/2020-10-05/, consultato il 18.06.2021.