de fr it

Domdidier

La cappella di Nostra Signora della Compassione. Fotografia, 1992 ca. (Service archéologique de l'Etat de Fribourg).
La cappella di Nostra Signora della Compassione. Fotografia, 1992 ca. (Service archéologique de l'Etat de Fribourg).

Ex comune FR, distretto Broye, dal 2016 forma con Dompierre (FR), Léchelles e Russy il comune di Belmont-Broye; (1157/1162: Donno Desiderio). Situato sulla strada Payerne-Morat, comprende le frazioni di Granges-Rothey e di Eissy. Pop: 565 ab. nel 1811, 743 nel 1850, 1048 nel 1920, 980 nel 1930, 1159 nel 1960, 2196 nel 2000. È stata rinvenuta una necropoli romana (I-II sec.) con un mausoleo. D. dipese dai conti de Neuchâtel dal 1142, dai signori de Montagny al più tardi dal 1267 e dai Savoia dal 1405. Feudo dei nobili di D. fino al XIV sec., D. ebbe in seguito diversi proprietari. Nel 1478 fu venduto a Friburgo, che lo annesse al baliaggio di Montagny. Dal 1798 fece parte del distr. di Avenches, dal 1803 di quello di Montagny e dal 1830 al 1848 di quello di Dompierre. Gli ab. di D. vennero affrancati a partire dalla fine del XIV sec. e le franchigie furono confermate da Friburgo nel 1514, nel 1569 e nel 1664. Nel 1549 vennero promulgati gli statuti com. D. è menz. come posto di dogana fin dal XIV sec. Dal XVI sec. la Broye è solcata da un ponte all'altezza della frontiera tra Vaud e Friburgo. Nel 1625 Jean de Fégely dotò D. della sua prima scuola. Fino alla Riforma (1536), l'antica parrocchia comprese anche Oleyres e il diritto di collazione appartenne al vescovo di Losanna. Sotto la cappella di Nostra Signora della Compassione è stata scoperta un'antica chiesa risalente al V-VI sec., ricostruita attorno al 1100 e poi nel 1489. La chiesa, un tempo dedicata a S. Didier, venne sostituita da un nuovo edificio (1837-42). Nel 1876 è stata inaugurata la stazione ferroviaria di D. sulla linea Palézieux-Lyss. Dalla costruzione dell'autostrada A1, D., da sempre un villaggio agricolo, si è trasformato in una località a carattere semi-urbano e dal 1960 ospita diverse aziende.

Riferimenti bibliografici

  • Dellion, Dict., 4, 516-531
  • M. Desponds, «Archives communales de Domdidier», in FGB, 56, 1968/1969, 73-256
  • G. Fasel, Etude des relations de Domdidier avec son environnement, mem. lic. Friburgo, 1971
  • S. Jäggi, Die Herrschaft Montagny, 1989, 7-357
  • P. Jaton, Domdidier, 1992
Link
Controllo di autorità
GND