de fr it

Bionnens

Ex com. FR, distr. Glâne, dal 2001 com. di Ursy con Mossel e Vauderens; (1369: Byonens; antico nome ted.: Bionning). Pop: 77 ab. nel 1811, 95 nel 1850, 67 nel 1900, 90 nel 1950, 56 nel 1980, 71 nel 2000. Nel 1834 furono rinvenute una spada e monete di epoca romana. B. formò una signoria di proprietà dell'omonima fam. fino al XVI sec. Nel 1362 la signoria di B. fu infeudata da Amedeo VI di Savoia a Pierre de B. Verso il 1531 essa era proprietà di Aymo Gonel; a partire dal 1574 passò sotto il controllo della fam. Techtermann (attraverso Guillaume, genero di Aymo Gonel), nelle cui mani rimase fino al 1838. Dal 1536 al 1798 B. fece parte del baliaggio di Rue e dal 1831 al 1848 dell'omonimo distr. B. ha sempre fatto capo alla parrocchia di Ursy-Morlens. Gli ab. del villaggio erano attivi nell'industria dell'intreccio della paglia. Il com. ha conservato un carattere rurale, e vi predominano l'allevamento e le colture foraggere e cerealicole. Nel 1990 il settore primario assicurava il 78% dei posti di lavoro.