de fr it

Gillarens

Ex com. FR, dal 1848 distr. Glâne; (XII sec.: Gislerens; 1225: Gislarens; 1273: Gillarens). Situato alla frontiera tra i cant. Friburgo e Vaud, dal 2001 fa parte del com. di Rue. Pop: 131 ab. nel 1811, 152 nel 1850, 224 nel 1900, 272 nel 1950, 207 nel 1960, 160 nel 1980, 177 nel 2000. Tra il 1147 e il 1150 l'abbazia di Saint-Maurice cedette, in cambio di un censo, i suoi beni a G. al convento di Hautcrêt. Una fam. nobile di G. è menz. nel XIII e XIV sec. Sotto il dominio della Savoia, G. fece parte fino al 1536 della castellania di Rue, fino al 1798 del baliaggio friburghese omonimo e poi, fino al 1848, del distr. di Rue. Sul piano spirituale dipese dalla parrocchia di Promasens; una filiale, dedicata a Maria, è menz. nella visita pastorale del 1453. Gli ab. di G. si unirono a quelli di Chapelle (Glâne) nella richiesta di un cappellano; un beneficio cappellanico fu istituito nel 1674. Dapprima orfanotrofio per ragazze, il foyer intitolato a S. Giovanni Bosco è divenuto nel 1987 un centro di accoglienza per madri tossicodipendenti e nel 1993 una casa per handicappati (Fondazione Eben-Hezer). G. è rimasta una località a vocazione agricola (grano, patate, barbabietole, allevamento e produzione lattiera).

Riferimenti bibliografici

  • Dellion, Dict., 9, 281-297
  • La Liberté, 27-28.6.1987