de fr it

Vuisternens-devant-Romont

Comune FR, distretto Glâne, dal 2003 comprende anche Estévenens, La Joux, La Magne, Les Ecasseys, Lieffrens, Sommentier e Villariaz e, dal 2004, La Neirigue; (1162: Wisternens, antico nome ted.: Winterlingen bei Remund). Situato sulla strada Romont-Bulle, il villaggio di V. è costituito da due nuclei orientati uno verso la chiesa e l'altro verso la stazione. Pop: 314 ab. nel 1850, 343 nel 1900, 421 nel 1950, 537 nel 2000. Un Wibertus de Wisternens è cit. nel cartulario di Hautcrêt nel 1162. I signori di V. si estinsero nel XV sec. La signoria fu ceduta parzialmente in feudo ai signori d'Oron (dal XIV sec.) e passò poi alle fam. La Baume (XV sec.), de Challant (XVI sec.) e de Maillard (1598), prima di essere acquisita da Friburgo nel 1625. Gli statuti com. risalgono al 1788. V. fu integrato nel baliaggio (1536-1798), poi distr. (fino al 1847), di Romont. Sul piano ecclesiastico V. era il centro di una vasta parrocchia attestata nel 1228. La chiesa della Natività (e di S. Giacomo nel XVII sec.), ricostruita nel 1553 e tra il 1815 e il 1825, fu incorporata nel capitolo collegiale di S. Nicola di Friburgo attorno al 1580. La cappella di Mounaz, dedicata alla Vergine e poi a S. Pietro, risale al 1610. Nel 1868 a V. fu aperta una stazione sulla linea ferroviaria Romont-Bulle. Località tradizionalmente agricola, V. ha conosciuto uno sviluppo residenziale. Nel villaggio di V. ha sede l'amministrazione com., che si profila come un polo secondario del distr.

Riferimenti bibliografici

  • Dellion, Dict., 12, 238-264
  • C. Tissot, «Notice historique», in Bulletin paroissial de Vuisternens-devant-Romont, 1910-1913
  • L. Waeber, A. Schuwey, Eglises et chapelles du canton de Fribourg, 1957, 321 sg.
Classificazione
Entità politiche / Comune