de fr it

OnnensFR

Ex com. FR., distr. Sarine, dal 2001 forma il com. di La Brillaz con Lentigny e Lovens; (1137: Unens; antico nome ted.: Onning). Pop: 157 ab. nel 1811, 217 nel 1850, 244 nel 1900, 262 nel 1950, 221 nel 1970, 478 nel 2000. Sono state rinvenute una lama di un'ascia in bronzo e una moneta romana. Nel 1078 Rilenta von Walperswil (Rilent de Vilar Walbert) portò il feudo di O. in dote alla fam. de Glâne. Nel 1139 l'abbazia di Hauterive acquisì i beni della chiesa dal vescovo di Losanna Guy de Maligny; gran parte delle terre e dei diritti furono poi ceduti all'abbazia da Guillaume de Glâne, dai vescovi di Losanna e Ginevra e dai signori d'Estavayer, de Gruyère e de Montagny. L'abbazia di Hauterive vi creò una grangia. O. fece parte delle Anciennes Terres ("bandiera" di La Neuveville, al più tardi dal 1485), poi del distr. di Friburgo (1798-1848). La parrocchia di O. comprendeva Lovens e Corjolens; Lentigny se ne separò nel 1588. L'abbazia di Hauterive detenne il diritto di collazione dal 1138 al 1848. La chiesa di S. Andrea, distrutta nel 1476 e ricostruita nel 1479, fu sostituita da un nuovo edificio sacro nel 1902. Il villaggio fu distrutto da un incendio nel 1548. A O. si trovavano diverse residenze di campagna, fra cui quella dei von Diesbach costruita da Charles de Castella nel 1780. Il primo edificio scolastico fu realizzato nel 1740. Il villaggio, un tempo a carattere agricolo (bonifica della zona paludosa nel 1904), ha conosciuto uno sviluppo residenziale in seguito all'allacciamento all'autostrada A12 nel 1981 (raccordo di Matran).

Riferimenti bibliografici

  • Dellion, Dict., 9, 44-55
  • J.-M. Barras, Onnens: chroniques et souvenirs, 1996