de fr it

Vuisternens-en-Ogoz

Ex comune FR, distretto Sarine, dal 2016 forma con Corpataux-Magnedens, Farvagny, Le Glèbe e Rossens (FR) il comune di Gibloux; (1142: Wisternens; antico nome ted.: Welschwinterlingen; chiamato anche V.-devant-Pont). Situato sul versante nord est del monte Gibloux, il territorio com. comprendeva V. e la frazione di Bouleyres. Pop: 358 ab. nel 1811, 537 nel 1850, 534 nel 1900, 587 nel 1950, 433 nel 1960, 709 nel 2000. Sono state rinvenute sepolture del Neolitico (1892). V. fece parte della baronia di Pont; nel 1250 Jocelin de Pont cedette i propri diritti a Guillaume, cosignore di Pont. Friburgo acquisì la baronia nel 1482 e la trasformò in baliaggio. V. fece parte del distr. di Farvagny (1798-1848). Menz. come parrocchia nel 1228, V. era filiale di Farvagny-le-Grand nel 1453; la cappella dedicata a S. Giovanni Evangelista fu sostituita da un nuovo edificio di culto nel 1485 (ricostruito nel 1646 ca.; ampliamento della navata nel 1836; organo del 1749). V. tornò a costituire una parrocchia autonoma nel 1651; i diritti di patronato appartenevano al capitolo cattedrale di S. Nicola. Il settore primario ha mantenuto la propria importanza (caseificio specializzato in formaggi a pasta molle). Dal 1959 V. è sede di un'azienda di noleggio di capannoni e altre strutture amovibili. Dal 1969 sul Gibloux vi è una stazione sciistica (Vuisternaz). Con l'apertura dell'autostrada A12 (1981) V. è divenuto una località residenziale. Nel 2008 fu posto sotto tutela amministrativa del cant.

Riferimenti bibliografici

  • Dellion, Dict., 12, 195-237
  • Vuisternens-en-Ogoz, 1986