de fr it

Cournillens

Ex com. FR, distr. Lac, dal 1997 unito al com. di Misery-Courtion; (1000/31: Corlingino; 1228 Curlinin; antico nome ted.: Kurlin). Villaggio francofono situato sulla frontiera linguistica e caratterizzato da insediamento sparso dell'abitato. Pop: 234 ab. nel 1811, 251 nel 1850, 321 nel 1900, 328 nel 1930, 309 nel 1950, 264 nel 1990. Un castello è menz. nel 1393. Nel 1228 Rodolfo di Neuchâtel infeudò a quattro patrizi friburghesi la decima di C., che divenne progressivamente proprietà di Friburgo. Numerose fondazioni e acquisizioni appartenevano al convento di Hauterive e all'Hôpital des Bourgeois. I Bernesi incendiarono C. durante la guerra di Laupen (1339). Fino al 1798 il com. fece parte delle Anciennes Terres ("bandiera" dell'Hôpital), del distr. di Avenches fino al 1803, poi di quello di Friburgo fino al 1848. Dalla metà del XV sec. ca. è attestata la dipendenza del com. dalla parrocchia di Courtion. La cappella di S. Leodegario corrisponde probabilmente al santuario che Rodolfo III di Borgogna cedette nel 1000/1031 al convento di Saint-Maurice; restaurata e completata con un eremo nel 1466, divenne meta di pellegrinaggio. Dal 1495 esiste un regolamento com., dove dal 1645 si menz. la presenza di un balivo (gouverneur). Tra il 1848 e il 1988 nella località aveva sede la corte di giustizia e pace del primo circ. del distr. del Lac. Nel 1862 si procedette ai lavori di bonifica delle paludi. L'economia del villaggio è caratterizzata dall'allevamento, dalla foraggicoltura e dalle cerealicolture.

Riferimenti bibliografici

  • MAS FR, 4, 1989, 113-132
Link
Controllo di autorità
GND