de fr it

Oekingen

Com. SO, distr. Wasseramt; (1263: Otechingen). Villaggio lungo la strada situato sulle rive della Oesch. Pop: 145 ab. nel 1798, 273 nel 1850, 401 nel 1900, 506 nel 1950, 658 nel 2000. Nel ME O. fece parte della signoria di Halten sottoposta ai von Kyburg, venduta alla città di Soletta nel 1466. Con l'acquisizione dell'alta giurisdizione da parte di Berna nel 1665, O. passò al baliaggio solettese di Kriegstetten. I catt. fecero capo alla parrocchia di Kriegstetten, i rif. al neocostituito com. parrocchiale di Soletta (dal 1835) e poi a Derendingen (dal 1897). Nel 1634 venne costruita una trafileria, e nel 1787 una cartiera; il primo edificio scolastico risale al 1860. Nel 1886 Josef Müller avviò la produzione di energia elettrica nella vecchia cartiera situata nei pressi del confine com. con Kriegstetten e fece costruire un elettrodotto fino a Soletta, il primo del suo genere in Svizzera. Attorno al 1900 O. era un com. residenziale per i dipendenti delle industrie di Gerlafingen e Biberist. Già nel 1950 tre quarti della pop. attiva lavoravano nel settore secondario; l'agricoltura mantenne comunque una notevole importanza. Negli anni 1960-80 furono promosse la correzione del corso della Oesch e ricomposizioni parcellari. Nel 1984 venne costruita una sala multiuso.

Riferimenti bibliografici

  • P. Trevisan, Oekingen, [1985]
  • R. M. Kully, Solothurnische Ortsnamen, 2003, 544-546
Classificazione
Entità politiche / Comune