de fr it

Wangen bei Olten

Com. SO, distr. Olten; (1226: Wangen). Situato tra la collina del Born e la parte anteriore della catena del Giura, comprende le frazioni di Grosswangen e Kleinwangen poste risp. a nord e a sud della Dünnern, il cui corso fu corretto nel 1933-43. Pop: 404 ab. nel 1739, 554 nel 1798, 803 nel 1829, 908 nel 1850, 1362 nel 1900, 2437 nel 1950, 4579 nel 2000.

Nella zona di Chalchofen, al confine con il com. di Olten, tra il 6000 e il 2000 a.C. veniva estratta selce su vasta scala, anche nel sottosuolo. I conventi di Schöntal e Sankt Urban e la collegiata di Zofingen possedevano beni fondiari a W. Quest'ultimo faceva parte della signoria di Fridau, menz. nel 1283, nel langraviato di Buchsgau, che nel 1426 fu acquistato da Berna e Soletta. In seguito alla spartizione del langraviato (1463), W. passò con la signoria di Fridau interamente a Soletta. Fino al 1798 il villaggio fu parte del Niederes Amt del baliaggio di Bechburg. Sul piano ecclesiastico dipese con Kappel dalla parrocchia di Hägendorf prima di divenire autonomo nel 1610. La chiesa di S. Gallo, menz. nel 1302 e ricostruita nel 1625, fu riedificata nel 1907 da August Hardegger come una basilica neoromanica. La cappella di S. Fridolino, eretta nel XVI sec. a Kleinwangen, fu demolita nel 1959. La cappella di Betlemme risale al 1900. La comunità rif., la cui chiesa fu inaugurata nel 1944, costituisce una circoscrizione del com. parrocchiale di Olten. Dopo una disputa con gli ab. di Olten, W. ottenne il diritto di deviare parte delle acque della Dünnern verso i propri pascoli. I tessitori del villaggio (16 nel 1837) lavoravano prevalentemente per i produttori di calze di Olten, ma anche per mercanti-imprenditori di Zurigo. Dalla seconda metà del XIX sec. W. entrò nell'orbita della zona industriale di Olten e vide a sua volta l'insediamento di attività artigianali. Dall'atelier di sartoria fondato da Urs Viktor Frey nel 1859 ebbe origine nel 1909 la Arthur Frey AG, diretta dal figlio Arthur e dai suoi discendenti, che ebbe diversi stabilimenti di produzione e una propria rete di vendita con 37 filiali in tutta la Svizzera. Dopo la cessazione dell'attività (1990), l'azienda passò alla Charles Vögele AG (1996). Il com. ospita il centro di distribuzione della Coop (dal 1962) e la Leisi Backwaren AG (dal 1963), acquisita dal gruppo Ursina-Franck (1970) e poi dalla Nestlé (1971). Con l'apertura della linea ferroviaria del Gäu (1876), W. ebbe una stazione sulla tratta Olten-Soletta. W. è collegato ai villaggi del Mittelgäu e alla città di Olten da un servizio di autobus gestito dalla Stadtomnibus AG Olten, fondata nel 1933 (oggi Busbetrieb Olten Gösgen Gäu AG). Grazie al continuo insediamento di nuove attività artigianali e industriali, all'inizio del XXI sec. W. contava solo una leggera eccedenza di pendolari in uscita.

Riferimenti bibliografici

  • A. Pfefferli, Wangen im Buchsgau, 1975
Link
Controllo di autorità
GND
Classificazione
Entità politiche / Comune