de fr it

Büttenhardt

Com. SH, distr. Reiat. Villaggio agricolo a nord di Sciaffusa, sull'arida dorsale del Reiat; (1238: Butinhart). Pop: 148 ab. nel 1836, 195 nel 1850, 220 nel 1880, 166 nel 1900, 142 nel 1910, 192 nel 1950, 161 nel 1970, 269 nel 1990, 342 nel 2000. In origine il villaggio era costituito dalle tre curtes Maulenhof, Tannerhof e Verenahof. I diritti di bassa giustizia sul Tannerhof passarono nel 1529 dal convento di Paradies a Sciaffusa, quelli relativi al Maulenhof restarono fino al 1798 nelle mani delle fam. sciaffusane Im Thurn e Peyer. Nel 1723 l'Austria anteriore cedette a Sciaffusa i diritti di alta giustizia sulle due curtes. Il Verenahof apparteneva alla chiesa di S. Verena a Kirchstetten-Wiechs (D), i cui balivi erano i signori von Tengen, e nel 1811 passò con Wiechs al granducato del Baden. Solo nel 1967, con il trattato di Büsingen (1964), l'enclave ted. fu abolita e annessa a B. Il com. ha sempre fatto capo alla parrocchia di Lohn. Nel 1990 il 50% della pop. attiva a B. operava ancora nel primario. Oggi B. intrattiene stretti rapporti di collaborazione con gli altri due com. del Reiat superiore, Stetten e Lohn.

Riferimenti bibliografici

  • K. Bächtold, Die Geschichte der Gemeinde Büttenhardt, 1988
  • A. Schiendorfer, E. Steinemann, Der Verenahof zu Büttenhardt, 19922
Link
Controllo di autorità
GND
Classificazione
Entità politiche / Comune

Suggerimento di citazione

Schiendorfer, Andreas: "Büttenhardt", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 24.01.2005(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/001267/2005-01-24/, consultato il 05.12.2020.