de fr it

Sankt Peterzell

Ex comune del canton San Gallo, regione Toggenburgo, aggregatosi nel 2009 con Brunnadern e Mogelsberg per formare il comune di Neckertal. Situato lungo il corso medio del Necker, Sankt Peterzell, con la frazione di Wald e i territori esterni di Stofel, Rüti, Schönenbühl, Aemisegg, Chäseren, Arnig, Eggen e Hönenschwil, confina con il canton Appenzello Esterno. Prima attestazione: cellam sancti Petri (1178). Popolazione: 943 abitanti nel 1827, 1193 nel 1850, 1272 nel 1900, 1007 nel 1950, 1256 nel 2000, 1153 nel 2008. 

Sankt Peterzell: carta di situazione 2008 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2023 DSS.
Sankt Peterzell: carta di situazione 2008 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2023 DSS.

Nel 1178 papa Alessandro III confermò vari possedimenti all'abbazia di Sankt Johann, tra cui l'eremo di S. Pietro (cella sancti Petri). Quale prepositura di Sankt Johann, Sankt Peterzell beneficiò di un'amministrazione separata. L'avogadria fu detenuta dai conti von Werdenberg, poi dalla famiglia di nobili von Rorschach e, dal 1340, dai conti von Toggenburg (avogadria ecclesiastica). Uomini liberi, menzionati nel 1399, nel 1484 furono affrancati dai diritti di manomorta e autorizzati a eleggere l'Ammann. Nel periodo della Riforma, tra il 1524 e il 1531, la prepositura cessò di esistere. Nel 1555 l'abbazia di Sankt Johann fu incorporata nel principato abbaziale di San Gallo, che nel 1565, tramite un diritto territoriale, equiparò sul piano giuridico gli abitanti di Sankt Peterzell ed Hemberg alla restante popolazione del Toggenburgo. Fino al 1798 Sankt Peterzell formò una giurisdizione autonoma. La creazione del comune politico di Sankt Peterzell e del comune patriziale di Sankt Peterzell-Wald risale al 1803. Dopo il 1533 fu reintrodotta la messa e nel 1565 istituita la parrocchia cattolica. L'ordinamento delle prebende del 1538 riconobbe il comune parrocchiale. La chiesa e la sede della prepositura, pur continuando ad appartenere al principato abbaziale e a Sankt Johann, furono utilizzate da entrambe le confessioni. La cura delle anime degli abitanti del comune parrocchiale riformato venne assicurata da Hemberg (1564-1709; separazioni nel 1610 e nel 1650). La chiesa barocca di S. Pietro fu costruita nel 1722. Dapprima utilizzata in maniera paritetica, essa divenne esclusivamente cattolica dopo la costruzione della chiesa riformata nel 1963. Dal 1516 la casa del sagrestano ospitò una scuola invernale; la scuola riformata del villaggio risale al 1680. Dal 1865 il comune dispose di una scuola secondaria organizzata su basi cooperativistiche; nel 1951 Sankt Peterzell ed Hemberg fondarono un consorzio scolastico per la scuola secondaria (Oberes Neckertal). Gli istituti confessionali rimasero in vita fino al 1959. L'agricoltura e la selvicoltura furono affiancate dall'artigianato e da alcune industrie. Nel 1910 Sankt Peterzell fu collegato alla rete ferroviaria tramite la stazione di Brunnadern. Dal 1912 fu attiva una linea di autopostali tra Sankt Peterzell e Schönengrund, poi estesa fino a Brunnadern nel 1921. L'area di Dürrenmoos, in parte situata sul territorio comunale di Hemberg, nel 1974 fu dichiarata zona protetta.

Riferimenti bibliografici

Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Prima/e menzione/i
1178: cellam sancti Petri

Suggerimento di citazione

Hans Büchler: "Sankt Peterzell", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 13.11.2023(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/001386/2023-11-13/, consultato il 17.06.2024.