de fr it

Villmergen

Com. AG, distr. Bremgarten; (XII sec.: Filmaringen, in una copia del XIV sec.). Villaggio agglomerato situato tra il Rietenberg e la pianura della valle della Bünz, un tempo paludosa, all'incrocio degli assi di transito tra Lucerna e Brugg risp. tra la valle della Bünz e il Seetal, dal 1823 comprende la frazione di Hembrunn (Hämbere) e dal 2010 Hilfikon. Pop: 888 ab. nel 1798, 1594 nel 1850, 1785 nel 1900, 2812 nel 1950, 5079 nel 2000.

Sono stati ritrovati tracce di insediamenti neolitici, tombe della cultura di La Tène e resti di mura romane. A V. risiedette una fam. di ministeriali dei von Kyburg, menz. tra il 1225 e il 1315, che prese il nome dalla località. Il villaggio fece parte del baliaggio asburgico di Lenzburg fino al 1415. Dal 1415 al 1425 appartenne a Lucerna, poi fu sottoposto al baliaggio dei Freie Ämter assieme ad Anglikon, Büttikon, Uezwil e, fino al 1643, Sarmenstorf. Principali signori terrieri furono i conventi di Muri, Wettingen e Königsfelden. I diritti di patronato della chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo (prete secolare attestato nel 1185) passarono agli Asburgo (1300 ca.), poi furono dati in pegno ai signori von Hallwyl (1337) e incorporati nel monastero di Muri (1433). Nel 1863-66 un nuovo edificio in stile neogotico sostituì l'antica chiesa. Oltre a V. la parrocchia comprendeva anche Büttikon, Hämbere, Hilfikon e, fino al 1917, Anglikon. Campo di battaglia, V. fu saccheggiato nel 1656 e nel 1712 e colpito da un incendio nel 1737. I più antichi statuti conservati risalgono al 1662; nel 1691 V. ottenne il diritto di tenere mercato. Nel XVII sec. il villaggio contava già tre locande (la più antica menz. attorno al 1270) e tre mulini (il più antico menz. nel 1416). Nel XVIII sec. ospitò un mercato di bestiame e cavalli di importanza sovraregionale. L'industria della paglia si insediò dalla metà del XIX sec.; all'inizio del XXI sec. era ancora attiva la Tressa AG, una fabbrica di prodotti intrecciati. Dalla fine del XIX sec. esistevano a V. mulini industriali con imponenti silos; tra il 1911 e il 1987 il com. ospitò una fabbrica di scarpe della Bally. Dal 1916 il villaggio fu collegato alla linea ferroviaria Wohlen-Meisterschwanden, soppressa nel 1997; da allora un bus assicura il trasporto delle persone. Nel XX sec. l'insediamento si estese verso la pianura e a est e a nord sorsero delle zone industriali (quartiere Bally). A V. si pubblicano le Freiämter Nachrichten. Nel 1932 venne costruita una piscina, nel 1976 una casa per anziani.

Riferimenti bibliografici

  • MAS AG, 4, 1967, 387-404
  • D. Sauerländer, Villmergen, 2000
Classificazione
Entità politiche / Comune