de fr it

Warth

Ex Ortsgemeinde TG, com. W.-Weiningen, distr. Frauenfeld; (1420: Wart). Villaggio sorto attorno alla chiesa situato sul versante destro della valle della Thur a nord di Frauenfeld. Dal 1803 al 1994 fu una Ortsgemeinde della Munizipalgemeinde di Uesslingen. Dal 1995 fa parte del com. di W.-Weiningen. Pop: 225 ab. nel 1831, 238 nel 1850, 183 nel 1900, 219 nel 1950, 506 nel 1990. W. fece parte della parrocchia di Uesslingen fino a quando questa fu incorporata alla prepositura di Ittingen nel 1162. Da allora e fino al 1798 W. appartenne a Ittingen. Lo statuto com. risale al 1420. Poiché la prepositura era divenuta una certosa, nel 1461 il priore vietò alle donne di accedere alla chiesa. Esse ottennero tuttavia dal convento un proprio luogo di culto; nel 1471 furono iniziati i lavori di costruzione (cappella di S. Volfango, più tardi chiesa di S. Martino). Dopo aver aderito alla Riforma, nel 1581 W. tornò al cattolicesimo e nel 1833 divenne una parrocchia autonoma. Nel villaggio erano praticate la campicoltura, la viticoltura e la frutticoltura. Il mulino conventuale rimase in funzione fino al 1882. I com. scolastici di W. e Weiningen si unirono nel 1979, nel 1989 fu edificata una scuola dotata di una sala multiuso. In virtù della vicinanza a Frauenfeld, dal 1980 W. si è trasformato in un com. residenziale.

Riferimenti bibliografici

  • D. Wüest, Zur Schulgeschichte von Warth bis 1846, s.d. (trascrizione di B. Lehner, presso KBTG)
  • MAS TG, 1, 1950, 432-438
  • AA. VV., Wenn Wasser Wii wär... : Geschichte und Geschichten aus Warth und Weiningen, 1998