de fr it

Lottigna

Ex comune TI, distretto Blenio, dal 2004 forma con Castro, Corzoneso, Dongio, Largario, Leontica, Marolta, Ponto Valentino e Prugiasco il comune di Acquarossa; (1201: Lotingnia). Situato nella media valle di Blenio, il territorio com. comprendeva il villaggio omonimo su un terrazzo del versante sinistro del Brenno e la frazione di Acquarossa sul fondovalle. Pop: 105 ab. nel 1682, 101 nel 1808, 136 nel 1850, 125 nel 1900, 131 nel 1950, 79 nel 1970, 79 nel 2000, 67 nel 2003.

Lottigna: carta di situazione 2003 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2020 DSS.
Lottigna: carta di situazione 2003 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2020 DSS.

Durante il ME L. condivise le sorti della valle di Blenio. Nei tre sec. di dominazione degli Svizzeri, fu sede dei rappresentanti dei cant. di Uri, Svitto e Nidvaldo (baliaggio comune di Blenio), insediati nel palazzo del pretorio, detto anche casa dei landfogti. L'imponente costruzione, ornata da numerosi stemmi e restaurata nel 1968-72, fu probabilmente costruita nel XVI sec., su mura più antiche (1461). Dopo l'indipendenza cant. divenne sede della prigione e del tribunale distr. (nel 1891 trasferito ad Acquarossa e poi a Comprovasco). Dal 1979 l'edificio ospita il Museo di Blenio, il più importante museo della valle. L'attuale chiesa, sotto il patrocinio dei SS. Pietro e Paolo, risale al 1632; quella originaria, nota già nel XIII sec., era dedicata a S. Maria. Sul fondovalle si trova una cappella dedicata a S. Sebastiano, con importanti affreschi tardogotici (1445, restauri nel 1995). La parrocchia divenne autonoma nel 1555, dopo la separazione da Torre; nel 1927 L. e Torre furono nuovamente riunite. L'economia del villaggio era basata principalmente sull'agricoltura e sull'allevamento, integrate dall'emigrazione esterna. Nel 1887 ad Acquarossa fu inaugurato l'albergo delle Terme, che rese la località il centro turistico della valle; l'importante stabilimento (cure con acqua minerale e fanghi) fu chiuso nel 1971. Progetti di rilancio delle terme sono in attesa di realizzazione. Nel 2000 il terziario offriva un terzo dei posti di lavoro a L.; due terzi della pop. attiva erano pendolari in uscita.

Riferimenti bibliografici

  • MDT, serie 3
  • AA. VV., Blenio 71, 1972
  • L. Solari, Blenio: una valle a confronto, 1998

Suggerimento di citazione

Fiorini, Sonia: "Lottigna", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 04.03.2021. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/002056/2021-03-04/, consultato il 23.06.2021.