de fr it

Prato (Leventina)

Com. TI, distr. Leventina; (1211: de Prato; 1902-39: Prato-Fiesso, antico nome ted.: Pratt). Situato in una conca a 1046 m di altitudine nella regione del Piottino, comprende tra le frazioni Rodi e Fiesso. Pop: 224 ab. nel 1602, 191 nel 1639, 308 nel 1745, 424 nel 1850, 327 nel 1900, 306 nel 1950, 397 nel 2000, 436 nel 2010.

Prato (Leventina): carta di situazione 2020 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2020 DSS.
Prato (Leventina): carta di situazione 2020 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2020 DSS. […]

Luogo di sosta lungo la strada del San Gottardo, P. era il centro di una vicinanza che comprendeva le degagne di P., Fiesso e Dalpe (fino al 1866), attive spec. nell'organizzazione dei somieri fino al 1820, quando venne aperta la prima strada cant. Il Dazio Grande (1561) a Rodi, luogo di sosta e fino al 1834 di dogana, dal 1999 è divenuto un centro culturale per iniziativa della fondazione omonima. La chiesa parrocchiale di S. Giorgio (menz. nel 1210) è dotata di un campanile romanico e ornata con stucchi del XVII sec. (restauri negli anni 1950-60). L'economia tradizionale era basata sulla pastorizia. P. è una meta apprezzata per il turismo invernale ed estivo. A Rodi si trova la centrale idroelettrica del Tremorgio (1918-26) e la teleferica che collega il fondovalle a quest'ultimo (1928). Nel 2005 il settore secondario e terziario offrivano risp. due terzi e un quarto dei posti di lavoro a P. Nel 2000 oltre la metà della pop. attiva era composta da pendolari in uscita.

Riferimenti bibliografici

  • MDT, serie 1
  • R. Fransioli, Prato Leventina nelle carte medievali e nella tradizione, 1985
  • FDS TI, A/1
Classificazione
Entità politiche / Comune

Suggerimento di citazione

Fransioli, Mario: "Prato (Leventina)", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 18.01.2021. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/002082/2021-01-18/, consultato il 25.06.2021.