de fr it

Tenero-Contra

Com. TI, distr. Locarno; (1235: Tendero, Contra). Situato all'imbocco della valle Verzasca, sulla sponda destra del fiume, si estende dalle rive del lago Maggiore (Tenero) alla collina retrostante (Contra). Pop: 198 ab. nel 1850, 557 nel 1900, 966 nel 1950, 1690 nel 1970, 2295 nel 2000. Sono stati rinvenuti reperti del Neolitico, tombe dell'età del Bronzo e del Ferro e diverse necropoli dell'epoca romana. Durante il ME e nell'epoca moderna Tenero era abitato in prevalenza da massari alle dipendenze di esponenti dell'élite locarnese, proprietari di vasti poderi, mentre Contra ospitava una comunità rurale. Tenero dipese dalle parrocchie di Gordola (fino al 1898) e di Contra (dal 1903) prima di divenire indipendente (1921). La chiesa dei SS. Pietro e Vincenzo, menz. dal XIII sec., fu riedificata nel 1742-61. La parrocchia di Contra fu sempre autonoma tranne che nel 1921-40, quando dipese da Tenero. La chiesa di S. Bernardo, forse di origine romanica, è documentata dal XV sec. (restauri da ultimo nel 2004). Spicca inoltre l'oratorio della Beata Vergine della Fraccia (XVII sec.), nei cui pressi la torre e la murata omonime (XIV sec.), oggi scomparse, costituivano la prima difesa del castello di Locarno. Dopo che Contra fu centro della vicinanza (dal ME) e del com. politico (dal XIX sec.), la sede com. venne trasferita a Tenero (1910); la denominazione attuale risale al 1914. Fino al XIX sec. il com. fu caratterizzato dall'agricoltura e dall'allevamento. In seguito Tenero conobbe un notevole sviluppo economico e demografico, favorito dalla posizione lungo l'asse stradale e ferroviario Locarno-Bellinzona, dall'industria (granito, centrale idroelettrica dal 1908), da una razionalizzazione dell'agricoltura e dal turismo (dagli anni 1950-60). La cartiera, aperta nel 1853 da Tomaso Franzoni e chiusa nel 2006, negli anni 1950-60 occupò oltre 200 operai. A Contra si registrò invece un calo della pop. accompagnato da un aumento delle residenze secondarie. Il Dono nazionale sviz. promosse la fondazione di uno stabilimento agricolo e di cura a Tenero (1921), poi trasformato in centro sportivo nazionale della gioventù (1963; con scuola professionale per sportivi d'élite dal 2001). Contra ebbe una propria scuola elementare fino al 1970; il palazzo scolastico a Tenero (1975) ospita le scuole dell'infanzia ed elementare.

Riferimenti bibliografici

  • S. Canevascini (a cura di), Tenero-Contra, 2010
Link
Controllo di autorità
GND
Classificazione
Entità politiche / Comune