de fr it

Croglio

Ex comune del canton Ticino, distretto Lugano, il cui limite meridionale è segnato dal fiume Tresa, dal 2021 forma con MonteggioPonte Tresa e Sessa il comune di Tresa. Comprendeva quali frazioni numerosi abitati del medio Malcantone (Castelrotto, Ronco, Madonna del Piano, Croglio, Barico, Purasca e Biogno-Beride). Dal 1976 Croglio (denominato Croglio-Castelrotto tra il 1953 e il 1976) comprese anche Biogno e Beride, che si erano uniti in un solo comune nel 1907, dopo averne costituiti in precedenza due distinti, ma retti da un solo municipio. Prima attestazione: burgus de Crolio (1335)​​​​. Popolazione: 479 abitanti nel 1626, 614 nel 1801, 959 nel 1850, 821 nel 1900, 610 nel 1950, 865 nel 2000, 861 nel 2010 e nel 2020.

Croglio: carta di situazione 2020 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2021 DSS.
Croglio: carta di situazione 2020 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2021 DSS.

Nel Medioevo Croglio aveva il rango di borgo, probabilmente in ragione del ruolo difensivo rispetto alle confinanti terre milanesi. Nel 1126, quasi al termine della guerra decennale tra Como e Milano (1118-1127), le truppe milanesi espugnarono il castello di Albeleto, possedimento comasco; secondo la tradizione il castello si trovava nel luogo in cui ora sorge la chiesa parrocchiale di S. Nazzaro e le sue rovine avrebbero dato origine al nome del luogo Castelrotto (Castrum Ruptum). Un altro castello sarebbe individuabile sopra il nucleo di Croglio. Il vescovo di Como vi possedeva un fondo masserizio, menzionato nel 1328. Oltre alla chiesa parrocchiale, edificata fra il 1635 e il 1670 sui resti di una precedente costruzione, numerosi oratori sono distribuiti nel territorio dell'ex comune; di particolare interesse sono gli affreschi del 1411 in S. Bartolomeo a Croglio. A Castelrotto ha sede l'ospedale e casa anziani malcantonese. L'ospedale, costruito nel 1928 grazie a una fondazione, è stato oggetto successivamente di numerosi ampliamenti; la fondazione che ha permesso la creazione del ricovero malcantonese per persone anziane, inaugurato nel 1939, risale invece al 1931. Nel villaggio alla tradizionale attività agricola si affiancava in passato una forte emigrazione di maestranze artistiche. Lungo il corso della Tresa sorgevano un tempo peschiere per le anguille (pesca), definitivamente abbandonate alla fine degli anni 1950. Sul fondovalle, lungo i terreni pianeggianti che fiancheggiano la strada cantonale Ponte Tresa-Fornasette, si sono stanziate dagli ultimi decenni del XX secolo numerose industrie; sui terrazzi morenici rivolti a meridione si sono invece moltiplicati i vigneti coltivati secondo criteri moderni.

Riferimenti bibliografici

  • Negro, Giuseppe; Paltenghi, Massimilla et al.: Per il 400mo di fondazione della Parrocchia di San Nazaro di Castelrotto, 1982.
Completato dalla redazione
  • Inventario federale degli insediamenti svizzeri da proteggere d'importanza nazionale (ISOS), 2005 [Castelrotto].

 

Link
Controllo di autorità
GND
Scheda informativa
Prima/e menzione/i
1335: burgus de Crolio​​​​
Variante/i
Croglio-Castelrotto (1953-1976)

Suggerimento di citazione

Bernardino Croci Maspoli: "Croglio", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 15.09.2021. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/002163/2021-09-15/, consultato il 25.05.2022.