de fr it

Salorino

Ex comune TI, distretto Mendrisio, dal 2004 parte del comune di Mendrisio; (1287: Selorino). Situato in posizione panoramica sopra Mendrisio, alle pendici del Monte Generoso, comprendeva le frazioni di Somazzo e Cragno. Pop: 349 ab. nel 1643, 312 nel 1696, 271 nel 1769, 274 nel 1801, 439 nel 1850, 348 nel 1900, 393 nel 1950, 347 nel 1970, 487 nel 2000. Menz. come vicinanza nel 1330, S. (con Somazzo) dipendeva dalla comunità di Mendrisio. Sul piano ecclesiastico faceva capo a Balerna, da cui si separò nel 1601. La chiesa parrocchiale di S. Zeno è documentata dal 1330 (edificio del XVII sec., restauri nel 1967 e 2000-01). Nel passato le principali attività economiche erano l'alpicoltura, la campicoltura e la selvicoltura, cui si affiancava l'emigrazione stagionale, spec. di maestranze edili. Fino all'inizio del XXI sec. nel villaggio erano attive una cava (chiusa nel 2000) e una fabbrica di cappelli (chiusa nel 2005). Dagli anni 1970-80 S. ha conosciuto un modesto sviluppo residenziale; nel 2000 i quattro quinti della pop. attiva erano pendolari in uscita, spec. verso Mendrisio.

Riferimenti bibliografici

  • Il Comune, 1974, 327-344