de fr it

Osogna

Ex comune TI, distretto Riviera, dal 2017 forma con Cresciano, Iragna e Lodrino il comune di Riviera; (1210-58: Usonia; antico nome ted.:Usonien). Situato sulla riva sinistra del fiume Ticino a sud di Biasca. Pop: 262 ab. nel 1850, 656 nel 1900, 489 nel 1950, 941 nel 2000. Nel ME O. era soggetto al dominio spirituale e temporale dei canonici del Duomo di Milano. Sotto la dominazione viscontea, nel XIV sec., con Claro e Cresciano fu posto sotto l'autorità di un vicario. Gli statuti com. furono confermati nel 1400. Dal 1573 al 1798 fu capoluogo del baliaggio comune della Riviera e sede della residenza del balivo, in seguito capoluogo del distr. omonimo. La chiesa parrocchiale dei SS. Felino e Gratiniano è attestata dal XIII sec. (restauri nel 1979-84); vi sono inoltre la chiesa della S. Pietà (XVI sec.) e la chiesa di S. Maria del Castello (XVIII sec.). Negli anni 1960-70 alla tradizionale industria di estrazione del granito (dalla fine del XIX sec.) si è affiancato l'insediamento di fabbriche, depositi e altre piccole industrie. Nel 2005 il settore secondario offriva il 61 % dei posti di lavoro a O. All'inizio del XXI sec. più dei due terzi degli ab. erano pendolari in uscita verso i centri di Biasca e Bellinzona.

Riferimenti bibliografici

  • MDT, serie 2
  • V. Gilardoni, Il Romanico, 1967, 471 sg.
  • Archivio dei nomi di luogo. Osogna, 2001