de fr it

Dompierre (VD)

Com. VD, distr. Moudon dal 1798; (1228: Donperro). Situato alla frontiera friburghese, su un altopiano che domina la valle della Broye, il com. comprende il villaggio di D. e la frazione di Les Granges. Pop: 146 ab. nel 1764, 175 nel 1798, 371 nel 1850, 339 nel 1900, 278 nel 1950, 246 nel 2000.

La casa parrocchiale. Acquatinta acquerellata di Samuel Weibel, 1828 (Musée historique de Lausanne).
La casa parrocchiale. Acquatinta acquerellata di Samuel Weibel, 1828 (Musée historique de Lausanne). […]

Il nome di D. suggerisce un'origine antica (VI-VII sec.). Alcuni rappresentanti della fam. de D., quasi tutti cavalieri, sono menz. in documenti che risalgono a un periodo che va dal XIII al XV sec. Fino al XVI sec. il capitolo di Losanna riscosse la decima concessagli dal vescovo Marius. Sotto il regime bernese (1536-1798), D. faceva parte del baliaggio di Moudon e dipendeva dalla corte di castellania di Lucens; il villaggio era gestito dall'assemblea della comunità. La parrocchia esiste almeno dal 1228. La chiesa attuale fu costruita nel 1839 sul sito della chiesa precedente, dedicata a Nostra Signora (XII sec.), dove nel 1975 vennero scoperte vestigia di muri che testimoniano l'esistenza di un edificio ancora più antico. La canonica medievale fu venduta all'epoca della Riforma e il pastore alloggiò in una casa acquistata a metà del XVI sec. Nel 1752 venne costruita una nuova casa parrocchiale. L'economia del com. è ancora basata sull'agricoltura e su qualche impresa artigianale. Nel 2000, tuttavia, più della metà della pop. attiva lavorava fuori com. Nel 1889 i giovani del villaggio crearono il circolo di lettura Le Progrès.

Riferimenti bibliografici

  • M. Fontannaz, Les cures vaudoises, 1987, 197-200
Classificazione
Entità politiche / Comune