de fr it

Villars-Epeney

Com. VD, distr. Jura-Nord vaudois, comprendente una dozzina di case e situato sopra la valle formata dal torrente Epeney; (1177: Espiney, in riferimento al torrente; 1549: Villars-Espiney, una volta detto anche Villars-Roulier, dal nome di una fam. del luogo). L'esiguo territorio com. si estende sulla collina boschiva che separa la Mentue dalla riva meridionale del lago di Neuchâtel. Pop: 51 ab. nel 1764, 40 nel 1798, 62 nel 1850, 51 nel 1900, 50 nel 1950, 27 nel 1970, 50 nel 2000. Nel ME la grangia di V. apparteneva all'abbazia di Hautcrêt e all'ospizio del Gran San Bernardo. I monaci di Montheron detennero i diritti sui boschi dell'Espiney, che dal 1403 furono acquisiti dai Savoia e nel 1532 passarono a Berna. Quest'ultima incorporò V. a Yvonand e nel 1765 istituì il com. V. fece parte del baliaggio, poi del distr. di Yverdon (1798-2006). Sul piano ecclesiastico, V. è sempre dipeso dalla parrocchia di Yvonand (baliaggio di Grandson), che aveva abolito la messa nel 1532. Com. esclusivamente agricolo, all'inizio del XXI sec. V. aveva difficoltà ad assicurare la manutenzione e lo sviluppo delle proprie infrastrutture.

Riferimenti bibliografici

  • L. Michaud, Yverdon à travers son passé, 1969
  • W. Barblan, A travers le Nord vaudois, 1989
Classificazione
Entità politiche / Comune