de fr it

Chamoson

Com. VS, distr. Conthey, sulla riva destra del Rodano, situato sul conoide alluvionale della Losentse, comprendente C., Saint-Pierre-de-Clages, Grugnay, Mayens-de-C.; (1050: Camusia; 1233: Scamosum). Pop: 1140 ab. nel 1850, 1731 nel 1900, 2053 nel 1950, 2094 nel 1980, 2497 nel 2000. Nella località sono stati rinvenuti vestigia del Neolitico (ascia) e un insediamento della fine dell'età del Bronzo. C. fece parte della signoria di Ardon-Chamoson fino al 1798 e del distr. di Martigny dal 1798 al 1815. Le comunità di C. e di Ardon si differenziarono già nel ME, ma il com. di C. venne totalmente separato da quello di Ardon solo dal 1819. La parrocchia, menz. nel 1319, fu incorporata a quella di Ardon dal 1334, al più tardi, fino al 1832; comprese Clages fino al 1945. Un nuovo santuario (1929-30) ha sostituito la vecchia chiesa Saint-André. Frequenti inondazioni provocate dalla Losentse. Dall'inizio del XIX sec. viene sfruttata una miniera di ferro. C. possiede il più grande vigneto del Vallese (50 ettari nel 1880, 180 nel 1944, 425 verso il 1990), situato sul conoide della Losentse, creato dopo i grandi lavori del canale Sion-Riddes (1930-40), la correzione del Rodano (1936-42), il riordinamento parcellare (1937-38) e lo scavo di canali di irrigazione (1938-66). La stazione delle FFS venne edificata nel 1922. La pop. attiva nel settore primario è in costante diminuzione, mentre numerosi sono i pendolari in uscita, soprattutto verso Sion.

Riferimenti bibliografici

  • E. Giroud, Chamoson, 1967
Link
Controllo di autorità
GND
Classificazione
Entità politiche / Comune