de fr it

Saint-Aubin-Sauges

Ex comune del canton Neuchâtel, nel distretto di Boudry, situato nella regione di La Béroche, dal 2018 con Bevaix, Fresens, Gorgier, Montalchez e Vaumarcus parte del comune di La Grande Béroche. Il comune di Saint-Aubin-Sauges era sorto nel 1888 dalla fusione di Saint-Aubin e Sauges. Prime attestazioni: Sancti Albini (1176), villa de Sauges (1340). Popolazione: a Saint-Aubin 270 abitanti nel 1784, 530 nel 1850, 675 nel 1880; a Sauges 98 abitanti nel 1784, 248 nel 1850, 263 nel 1880; a Saint-Aubin-Sauges 990 abitanti nel 1888, 1105 nel 1900, 1358 nel 1950, 2426 nel 2000, 2428 nel 2010, 2399 nel 2017.

Saint-Aubin-Sauges: carta di situazione 2017 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2019 DSS.
Saint-Aubin-Sauges: carta di situazione 2017 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2019 DSS.

Sono stati rinvenuti sei insediamenti litorali del Neolitico, che spaziano dalla cultura di Cortaillod all'Auvernier-Cordé (Fin de Praz, Le Rafour, Port-Conty e Tivoli 1-3). Quello di Port-Conty figura fra i 56 siti palafitticoli svizzeri iscritti nella lista del patrimonio mondiale dell'Unesco. Sono inoltre stati ritrovati dei menhir nella foresta di Le Devens, alcuni tumuli delle culture di Hallstatt e di La Tène e tracce di un'abitazione di epoca romana.

Saint-Aubin faceva parte dell'allodio di Gorgier, passato sotto il controllo dei signori d'Estavayer nel XIII secolo. Nel 1344 il casato dei de Neuchâtel acquisì la signoria di Gorgier, la cui corte di giustizia si riuniva a Saint-Aubin. Il comune fu istituito nel 1874. La chiesa, intitolata a S. Albino, fu donata nel 1176 dal vescovo di Losanna all'abate di Saint-Maurice, che la vendette nel 1566 alle cinque comunità di La Béroche. La parrocchia, menzionata dal 1228, aderì alla Riforma nel 1531; Vaumarcus e Vernéaz vi furono integrate nel 1812. La parrocchia cattolica di La Béroche-Bevaix venne creata nel 1948. L'economia fu caratterizzata dalla viticoltura e dall'agricoltura fino al XIX secolo. La lavorazione del legno è attestata dal 1378. L'artigianato tessile e il ricamo vennero praticati nel XIX secolo; contemporaneamente si diffuse l'orologeria. Dal 1838 al 1867 si estrasse asfalto, utilizzato per la produzione di mastice e tubi di bitume. Alla fine del XIX secolo una parte dell'orologeria si rivolse alla meccanica di precisione e alla produzione di utensili; tra il 1899 e il 1903 vennero fondate le fabbriche di motori Zürcher (poi Bregnard SA), Allisson e Moser. Saint-Aubin-Sauges costituisce il centro economico della regione di La Béroche. Se nel 1980 il 61% della popolazione attiva lavorava nell'industria, il settore secondario nel 2005 offriva ancora il 34 % dei posti di lavoro nel comune. Il penitenziario di Le Devens, aperto nel 1873, nel 1919 fu trasformato in una fondazione dell'Esercito della Salvezza per alcolizzati. L'ospedale regionale di La Béroche, creato nel 1905, trasformato nel 2000 in un'unità sanitaria regionale (soppressione del reparto di maternità) nel quadro della pianificazione ospedaliera cantonale e divenuto nel 2006 una delle sedi dell'ente ospedaliero neocastellano, ha chiuso i battenti nel 2016.

Riferimenti bibliografici

  • MAS NE, 2, 1963, 430-441
  • AA. VV., Saint-Aubin-Sauges, 100 ans d'histoire, 1988
  • Hist.NE, 1
Link
Controllo di autorità
GND
Scheda informativa
Prima/e menzione/i
1176: Sancti Albini
1340: villa de Sauges
Classificazione
Entità politiche / Comune