de fr it

Vicques

Ex comune JU, distretto Délémont, dal 2013 forma con Montsevelier e Vermes il comune di Val Terbi; (866: Vicum; antico nome ted.: Wix). Località principale della val Terbi, che con la frazione di Recolaine, sulla sponda destra della Scheulte, forma un lungo villaggio strada, comprendente numerose fattorie perlopiù del XIX sec. e del tipo "devant-huis" (grande cortile coperto, aperto sul fronte, che collega casa, fienile e stalle). Pop: 195 ab. nel 1770, 327 nel 1818, 530 nel 1850, 488 nel 1900, 839 nel 1950, 1608 nel 2000, 1730 nel 2010, 1795 nel 2012.

Vicques: carta di situazione 2012 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2020 DSS.
Vicques: carta di situazione 2012 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2020 DSS.

Sono state rinvenute vestigia di un'importante villa rustica galloromana abitata fino al IV sec., la cui prima fase di costruzione risale al I sec. Nelle vicinanze sono venuti alla luce i resti di una necropoli altomedievale. La chiesa parrocchiale della Madonna del Rosario fu costruita nel 1959-61 in uno stile architettonico audace. La demolizione dell'antica chiesa di S. Valerio risale al 1971. La cappella dell'Immacolata Concezione (1863) a Recolaine venne adibita al culto rif. Diversi atti del IX e XII sec. attestano possedimenti di Moutier-Grandval a V., che fu uno dei 13 villaggi liberi della valle di Delémont (signoria del principato vescovile di Basilea). Incorporato nei Dip. del Mont-Terrible e dell'Haut-Rhin sotto il regime franc. (1793-1814), in seguito fece parte del cant. Berna (1815-1978). Nel 1853 adottò lo statuto di commune mixte. Nel XX sec. conobbe un modesto sviluppo industriale (mulino, segheria, edilizia e muratura, officine meccaniche e di torniture). Nel 2005 il settore secondario offriva il 32% dei posti di lavoro. Nel 2000 il 71% della pop. attiva erano pendolari in uscita. Nel 1925 fu aperta la cassa Raiffeisen, nel 1960 la scuola secondaria della val Terbi e nel 1997 l'osservatorio astronomico giurassiano.

Riferimenti bibliografici

  • L. Vautrey, Notices historiques sur les villes et les villages du Jura bernois, 5, 1881, 681-698 (rist. 1979)
  • A. Gerster-Giambonini, La villa gallo-romaine de Vicques/Delémont/Jura, 1983, 340
  • F. Kohler, P. Schaller, «Histoire d'un village», in Actes SJE, 1992, 49-63
Link
Controllo di autorità
GND

Suggerimento di citazione

Kohler, François: "Vicques", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 02.07.2020(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/002954/2020-07-02/, consultato il 09.05.2021.