de fr it

Roche-d'Or

Ex comune JU, distretto Porrentruy, dal 2009 forma con Chevenez, Damvant e Réclère il comune di Haute-Ajoie; (1283: Goldenvels; antico nome ted.: Goldenfels). Situato su un terrazzo della catena del Lomont, a sud della strada Porrentruy-Damvant, il villaggio domina l'alta Ajoie. Pop: 91 ab. nel 1818, 128 nel 1850, 77 nel 1900, 74 nel 1950, 33 nel 2000, 37 nel 2008.

Roche-d'Or: carta di situazione 2008 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2020 DSS.
Roche-d'Or: carta di situazione 2008 (Geodati: Ufficio federale di statistica, Swisstopo, OpenStreetMap) © 2020 DSS.

A ovest di R. sorgeva una fortezza costruita nel 1283 dal principe vescovo di Basilea, Heinrich von Isny, che contendeva il possesso dell'Ajoie al conte di Montbéliard; la fortezza fu demolita nel 1595. R. era il centro di una signoria che comprendeva Damvant, Grandfontaine, Réclère, Chevenez e Fahy. Data in pegno ai conti di Montbéliard, essa fu riconquistata con la forza dal principe vescovo durante le guerre di Borgogna. Dopo aver dipeso dalla grande giurisdizione (mairie) di Chevenez, sotto il regime franc. R. fece parte dei Dip. del Mont-Terrible e dell'Haut-Rhin (1793-1813); dal 1815 al 1978 fu incorporato nel cant. Berna (baliaggio, poi distr. di Porrentruy). Sul piano ecclesiastico R. ha sempre fatto capo alla parrocchia di Grandfontaine. Nel 1836 R. adottò lo statuto di commune mixte. Il villaggio ha conservato il suo carattere agricolo. In occasione del plebiscito di autodeterminazione del 23.6.1974, R. votò contro la creazione del cant. Giura (17 contrari, 9 favorevoli).

Riferimenti bibliografici

  • A. Daucourt, Dictionnaire historique des paroisses de l'ancien évêché de Bâle, 2, 1899, 131-138 (rist. 1980)

Suggerimento di citazione

Prongué, Dominique: "Roche-d'Or", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 04.06.2020(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/003005/2020-06-04/, consultato il 20.09.2021.