de fr it

Appenthel

Fam. originaria del Paese di Vaud, i cui esponenti ricoprirono spesso cariche politiche ed ecclesiastiche nel XVII e XVIII sec. Pierre Apostello è menz. nel 1551 come cittadino di Friburgo. Suo figlio Gaspard (1620) dal 1605 al 1610 fu scoltetto di Morat; il figlio di Gaspard, Guillaume (1643), fu balivo a Jaun dal 1627 al 1632. Josse, dottore in teol., esercitò il ministero pastorale a Tafers dal 1676 al 1708; questo ramo della fam. di estinse alla morte di suo figlio Pierre. Il ramo originato dall'altro figlio, Rodolphe (1675), deputato al Gran Consiglio, e proseguito con l'abiatico di Josse, François Pierre (1717-1793), che esercitò la professione di medico a Friburgo dopo aver studiato medicina a Montpellier, si estinse tre generazioni più tardi. Un altro abiatico di Josse, Jean Melchior (prima del 1749) ebbe tre figli: Jean Pierre Joseph (1793), dal 1764 al 1769 balivo di Romont (FR) e membro del Consiglio segreto, Pierre Joseph (1736-1807), rettore della chiesa di Nostra Signora dal 1758 al 1807 e membro della corte vescovile, e François Nicolas (1768), alfiere e poi maior della città. Il figlio di quest'ultimo, Joseph (1768-1798), morto per annegamento mentre era al servizio della Francia, aveva assunto illegittimamente il titolo di cavaliere di A.; il suo fratello maggiore Jean Pierre Joseph Justin (1767-1848) fece parte del Gran Consiglio e fu archivista, cancelliere cant. (1814-25) e pres. di tribunale (1831). La fam. si estinse con Adolphe Frédéric (1872-1903).

Riferimenti bibliografici

  • NEF, 14, 1880, 12-14
  • C. de Raemy, «Notice historique et généalogique sur la branche fribourgeoise de la famille Appenthel», in RHV, 1904, 65-73, 97-107
Scheda informativa
Variante/i
Apostello
d'Appenthel