de fr it

PaulHaefelin

18.5.1889 Soletta, 27.11.1972 Soletta, rif., di Mümliswil-Ramiswil e Soletta. Figlio di Otto, commerciante, e di Pauline Mathilde Montandon. (1921) Louise Brosi. Studiò diritto a Berna, Losanna e Lipsia, dove conseguì il dottorato (1913). Fu pres. del tribunale a Soletta-Lebern (1916), segr. dell'Ass. dell'industria degli orologi, delle viti e delle macchine (1918), segr. della Camera di commercio solettese e redattore della rivista Die Schweizer Uhr (1921). Nel 1917 fu eletto nel municipio di Soletta, assumendo la carica di vicesindaco; in seguito divenne sindaco della città (1933-53). Fu membro del Gran Consiglio di Soletta (1925-39, pres. 1938), del Consiglio degli Stati (1939-59, pres. 1950) e pres. della sezione cant. del partito radicale (1938-45). Fece parte dei consigli di amministrazione della Tonwerke Lausen AG, della Helvetia Infortuni e della Metallwerke Dornach. Politico conciliante, sempre attento a trovare soluzioni equilibrate, si guadagnò il rispetto di tutti gli schieramenti politici. Tenente colonnello di fanteria.

Riferimenti bibliografici

  • Solothurner Zeitung, 29.11.1972
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Dati biografici ∗︎ 18.5.1889 ✝︎ 27.11.1972

Suggerimento di citazione

Vogt, German: "Haefelin, Paul", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 10.08.2006(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/003038/2006-08-10/, consultato il 24.10.2020.