de fr it

Seen

Ex com. ZH, distr. Winterthur, dal 1922 parte della città di Winterthur; (774: Sehaim). Situato a sud est di Winterthur lungo la strada che dalla città porta nella valle della Töss, il com. comprendeva S., Oberseen e le frazioni di Stocken, Iberg, Eidberg e Sennhof. Pop: 25 fuochi nel 1467, ca. 500 ab. nel 1634, 1288 nel 1771, 1665 nel 1850, 2908 nel 1900, 3498 nel 1920.

Dal 774 S. è attestato quale centro fiscale franco-merovingio. Nell'XI sec. passò sotto il dominio dei conti von Dillingen-Kyburg e nel 1264 a Rodolfo IV d'Asburgo (futuro re Rodolfo I) quale parte dell'eredità dei conti von Kyburg. Attestati dal 1240 al 1407 e appartenenti alla piccola nobiltà, i signori von S., quali ministeriali dei von Kyburg e degli Asburgo, detenevano beni e feudi a S., ma non la bassa giustizia. Assieme alla contea di Kyburg, S. passò dapprima in pegno (1424) e poi definitivamente (1452) alla città di Zurigo e fino al 1798 fece parte dell'Enneramt nel baliaggio di Kyburg. Dal 1605 anche l'amministrazione della bassa giustizia a Oberseen fece capo all'Enneramt; solo Stocken rimase una giurisdizione autonoma fino al 1783. Tra il 1452 e il 1798 S. annoverò diversi luogotenenti del balivo, soprattutto esponenti della fam. Hofmann. Nel 1798 fu istituito il com. di S., che venne assegnato al distr. elvetico, poi distr. (dal 1803) di Winterthur. Fino al 1921 S., Oberseen-Stocken, Iberg, Eidberg e Sennhof furono Zivilgemeinden autonome.

Dall'alto ME al 1648 S. fece parte del com. parrocchiale di Oberwinterthur. Nel 1648-49 il com. fece costruire una chiesa al posto della cappella di S. Urbano e ottenne un proprio pastore. In origine i bambini di S. frequentavano la scuola per lo più a Oberwinterthur; un maestro è menz. la prima volta a S. nel 1634 e il primo edificio scolastico fu costruito nel 1680. Arricchitosi nel XV sec. grazie alla viticoltura, S. rimase a lungo un villaggio rurale, in cui la campicoltura e la viticoltura costituivano le principali fonti di reddito. Attorno al 1700 si sviluppò la tessitura a domicilio. Dagli anni 1830-40 a S. e nei dintorni sorsero diverse filande meccaniche lungo la Töss, gestite da membri della fam. Bühler. La filatura nel Sennhof, aperta nel 1860, divenne il principale datore di lavoro di S. (Hermann Bühler AG; chiuso nel 2016). La vicinanza a Winterthur ostacolò lo sviluppo a S. di altre attività industriali significative. La crescente industrializzazione portò alla costruzione della nuova strada della valle della Töss (1834-39), che da Winterthur portava a S. e Kollbrunn. Nel 1875 il villaggio ebbe una stazione sulla linea ferroviaria della valle della Töss. Dal 1922 al 1941 un tram circolò tra Winterthur e S. In seguito a un'intensa attività edilizia, dagli anni 1960-70 S. divenne un nuovo quartiere urbano. Con l'inaugurazione della rete ferroviaria zurighese (S-Bahn, 1990) venne collegato direttamente a Zurigo.

Riferimenti bibliografici

  • H. Kläui, Seen im Mittelalter, 1993
  • A. Bütikofer, Seen 1500-1800, 2006
  • AA. VV., Seen in der Neuzeit, 2009