de fr it

JudithStamm

25.2.1934 Sciaffusa, catt., di Schleitheim e Zurigo. Figlia di Martin, funzionario delle FFS, e di Sophie Keist. Nubile. Dopo il liceo ha studiato diritto a Zurigo, conseguendo il dottorato nel 1967. Membro del corpo della polizia cant. lucernese (1960-80) e tenente colonnello (1967), è stata attiva come giudice e magistrato dei minorenni a Lucerna (1980-92). È stata deputata PPD al Gran Consiglio lucernese (1971-84), Consigliera nazionale (1983-99, pres. 1996-97), candidata al Consiglio fed. (1986) e pres. della commissione fed. per le questioni femminili (1989). Ha fatto parte del consiglio della Fondazione per la gioventù sviz. General Guisan, del Consiglio sviz. della scienza (1989-99) e del consiglio di banca della Banca nazionale sviz. (1993-2001). Dal 1998 al 2007 è stata pres. centrale della Soc. sviz. di utilità pubblica e pres. della commissione del Grütli. Con una mozione, nel 1986 ha ottenuto la creazione dell'ufficio fed. per l'uguaglianza fra donna e uomo.

Riferimenti bibliografici

  • N. Zeindler, Beherzt und unerschrocken, 2008
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Trüeb, Markus: "Stamm, Judith", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 19.08.2010(traduzione dal tedesco). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/003203/2010-08-19/, consultato il 17.10.2021.