de fr it

Voëns-Maley

Ex com. NE, distr. Neuchâtel, dal 1888 parte del com. di Saint-Blaise; (1143: Win; 1185: Weins e Vohens). Pop: 45 ab. nel 1750, 42 nel 1850, 56 nel 1870. V. sorgeva sulla via romana di Vy d'Etra. Nel XII e XIII sec. era un allodio dell'abbazia di Sankt Johannsen. La comunità, costituita nel 1377, dipendeva dalla parrocchia di Saint-Blaise e faceva parte della castellania di Thielle. La frazione di Le Maley (1523: le Malet), nel com. di Cornaux, fu incorporata a quella di Voëns alla fine del XVI sec. La tenuta di Le Vilaret (1143: de Vilario) fece parte di V. fino al XVIII sec. Dal 1664 V. divenne un luogo di villeggiatura per fam. cittadine di Neuchâtel. All'inizio del XXI sec. l'agricoltura era ancora praticata in entrambe le frazioni; a Le Maley si trova una cava di ghiaia (1962) e a Voëns un campo da golf (1975).

Riferimenti bibliografici

  • O. Clottu, Histoire de Saint-Blaise, 3, 1957