de fr it

Villaranon

Ex com. FR, distr. Glâne, dal 1978 parte del com. di Siviriez con Le Saulgy. Pop: 82 ab. nel 1811, 96 nel 1850, 148 nel 1888, 108 nel 1900, 122 nel 1950, 56 nel 1970. Vestigia romane di epoca incerta furono menz. nel XIX sec. V. costituiva una signoria appartenente alla fam. de Dompierre, poi a un ramo dei d'Estavayer che ne assunse il nome (1437-72). Pierre de Bonvillars, attestato quale signore di V. nel 1481, vendette la signoria a Jean, Pierre e André Maillard nel 1483. I Bonvillars ne rientrarono nuovamente in possesso tra il 1505 e il 1545; V. divenne successivamente proprietà delle fam. Chesaul, Progin e Brünisholz prima di essere venduto a Friburgo (1728). Fece parte del baliaggio di Romont (dal 1536), poi del distr. omonimo (1798-1848). Ha sempre fatto capo alla parrocchia di Siviriez (Siviriez-Villaraboud dal 2007). All'inizio del XXI sec. l'economia si basava sulla foraggicoltura, sulla cerealicoltura e sull'allevamento.

Riferimenti bibliografici

  • Dellion, Dict., 11, 143 sg.
  • J.-P. Anderegg, Une histoire du paysage fribourgeois, 2002, 268-273