de fr it

Strättligen

Ex com. BE, distr. Thun, dal 1920 parte del com. di Thun; (1175: Stretelingen). Pop: 509 ab. nel 1764, 1716 nel 1850, 3058 nel 1900, 3646 nel 1910, 19'223 nel 1992, 21'131 nel 2010. Il com., situato all'estremità sinistra del lago di Thun, comprendeva i villaggi di Allmendingen (menz. nel 1287), Schoren, Buchholz, Gwatt e Scherzligen e confinava con l'antico letto della Kander e con l'Allmend di Thun. Un tempo costituiva il nucleo della signoria raggruppata attorno alla fortezza di S., residenza dei baroni von S., attestati tra il 1175 e il 1349. La signoria di S. comprendeva la bassa giurisdizione di S., i tribunali di Thierachern (con Uebeschi), Wahlen, Tannenbühl, Pohlern e Blumenstein e, inoltre, Wattenwil con l'alta e la bassa giustizia e metà del villaggio di Reutigen. Facevano parte della signoria beni imperiali che potevano essere concessi in feudo, come la baronia di Spiez, il baliaggio di Wimmis e altri feudi signorili nell'Oberland. Dopo l'assassinio di re Alberto I, avvenuto nei pressi di Windisch nel 1308, la signoria di S. passò sotto la sovranità feudale austriaca. In seguito all'estinzione dei baroni von S. nel 1349, la signoria, senza Blumenstein, passò ai signori von Burgistein; i loro eredi la divisero in due poi la vendettero. Nel 1499 e 1516 la fam. May, appartenente al patriziato cittadino di Berna, acquisì entrambe le parti della signoria; nel 1594 vendette la giurisdizione di S. alla città di Berna, che la integrò nel suo baliaggio di Thun e, dal 1652, nel baliaggio di Oberhofen. Il tribunale si riuniva nella taverna di Gwatt. Dopo la guerra di Gümmenen (1331-33), la fortezza di S., situata presso il guado della Kander nell'area dove un tempo si trovava una fortezza di legno, era ridotta in rovina. Nel 1701 Berna trasformò la torre in un magazzino per la polvere da sparo; dal 1819 fu adibita a deposito per la polvere da sparo della scuola militare fed. di Thun. Nel 1977 la torre venne acquistata e restaurata dal com. di Thun. In seguito la corte della fortezza venne utilizzata per manifestazioni.

Dal tardo ME i villaggi di Allmendingen, Schoren, Buchholz, Gwatt e Scherzligen e alcune frazioni (tra cui Dürrenast e Wylergasse) formarono il com. di Auf dem Feld nella parrocchia di Scherzligen, chiamato anche com. di Schoren o S. Essi sfruttavano collettivamente i beni comuni e i boschi della loro bassa giurisdizione (Twing) e, nel 1534, riscattarono in comune i tributi feudali. Attorno a Schoren e Dürrenast vi erano anche dei campi appartenenti ai com. di Hilterfingen e Oberhofen, situati sulla riva opposta del lago. Grazie alla deviazione della Kander nel lago di Thun (1713) il com. fu liberato da alluvioni e dalla costruzione di opere di arginamento; il terreno così guadagnato venne gradualmente bonificato e tra il 1874 e il 1876 venne venduto dal com. patriziale di S. ai suoi membri. L'insediamento di aziende della Conf. e industrie a Thun portò nuovi ab. a S. e diede avvio all'edificazione dell'Allmend. La realizzazione delle infrastrutture com. causò l'indebitamento di S. Per questa ragione nel 1919 S. votò a favore dell'aggregazione alla città di Thun (effettiva dal 1920); il com. patriziale di S. rimase in vita. Da allora, e spec. dal 1950, lo sviluppo edilizio riguardò soprattutto l'ex piana alluvionale della Kander. Le zone maggiormente edificate sono Dürrenast e il Neufeld (in precedenza privo di costruzioni).

Riferimenti bibliografici

  • L. Hänni, Strättligen, 19972
  • A.-M. Dubler, «Die Region Thun-Oberhofen auf ihrem Weg in den bernischen Staat (1384-1803)», in BZGH, 66, 2004, 61-117
Link
Controllo di autorità
GND