de fr it

Albania

Carta di situazione Albania © 2000 DSS e cartografia Kohli, Berna.
Carta di situazione Albania © 2000 DSS e cartografia Kohli, Berna.

L'A. si staccò dall'Impero ottomano e divenne indipendente nel 1912. Le grandi potenze riconobbero il nuovo Stato balcanico nel 1913, mentre il Consiglio fed. seguì l'esempio soltanto nel 1922, dopo aver respinto una prima domanda di riconoscimento nel 1914, a causa dell'instabilità politica che regnava in questo Paese. Nel 1929 venne stipulato un accordo concernente i diritti di domicilio e di commercio e nel 1935 fu aperto a Berna un consolato albanese. Nel 1939 la Svizzera riconobbe in un trattato l'annessione dell'A. all'Italia; tramite questo documento la validità degli accordi italo-sviz. venne estesa anche all'unione doganale italo-albanese.

La Repubblica popolare d'A. fu proclamata l'11.1.1946. Il Dip. politico fed. (oggi Dip. fed. degli affari esteri) non fece sua la proposta, formulata dal nuovo governo comunista albanese, di instaurare rapporti diplomatici fra i due Paesi. Il governo sviz. voleva infatti da un lato evitare di compromettere le buone relazioni che intercorrevano da tempo con la Grecia, dall'altro dubitava della legittimità del governo albanese. Fino al riconoscimento sul piano diplomatico (1970), vennero comunque mantenuti rapporti de facto; la cura degli interessi albanesi in Svizzera fu affidata dal 1947 ai rappresentanti diplomatici iugoslavi, mentre gli interessi sviz. in A. furono rappresentati dai diplomatici sviz. accreditati a Belgrado (1945-50 e dopo il 1954) e a Budapest (1950-54).

Malgrado la conclusione di accordi bilaterali (1974, 1984, 1986), gli scambi commerciali tra Svizzera e A. rimasero scarsi. Dopo il crollo del regime comunista e l'adesione dell'A. al Fondo monetario intern. (1991), il Consiglio fed. decise di inviare in A. parte dei fondi stanziati per l'aiuto all'Europa orientale quale sostegno alla ricostruzione del Paese. Dal 1992 l'A. beneficia dei privilegi doganali concessi ai Paesi in via di sviluppo. L'apertura di una rappresentanza diplomatica a Tirana (1992) ha agevolato la firma di un accordo sulla protezione reciproca degli investimenti (1992) e di una convenzione contro la doppia imposizione fiscale (1994). Dall'ottobre del 1993 il Consiglio fed. ha classificato l'A. quale "Paese sicuro" ai sensi della legge riveduta sull'asilo (1990), il che ha creato varie controversie con le org. di aiuto ai rifugiati. Nel 1997 il numero degli albanesi richiedenti l'asilo in Svizzera ha raggiunto un nuovo massimo storico (3081 in un anno).

Riferimenti bibliografici

  • Documentazione del DFAE
  • H. Klarer, Schweizerische Praxis der völkerrechtlichen Anerkennung, 1981
Link
Controllo di autorità
GND