de fr it

Paraguay

Carta di situazione Paraguay © 2007 DSS e cartografia Kohli, Berna.
Carta di situazione Paraguay © 2007 DSS e cartografia Kohli, Berna.

Dagli anni 1530-40 il P. fu una colonia spagnola (viceregno del Perù, dal 1776 del Rio de la Plata); tra il 1609 e il 1767 i gesuiti vi costituirono un vero e proprio Stato nello Stato, fondato sul sistema delle cosiddette riduzioni (comunità autonome di Indiani Guarani rette dai religiosi). Nel 1811 il Paese proclamò la propria indipendenza. La repubblica paraguaiana fu più volte scossa da guerre cruente (tra cui quella del 1865-70 contro il Brasile, l'Argentina e l'Uruguay che dimezzò la pop.) e soggetta a numerosi regimi dittatoriali (in particolare quello del generale Alfredo Stroessner, al potere dal 1954 al 1989). Dal 1992 lo Stato del P. si fonda su una Costituzione democratica.

La Svizzera e il P. intrattengono relazioni diplomatiche dal 1892. Nel 1887 ad Asunción venne aperto un consolato sviz., che nel 1926 fu trasformato in consolato generale e nel 1968 in ambasciata. All'inizio del XXI sec. il P. disponeva di un'ambasciata a Berna e di un consolato a Neuchâtel. Il lucernese Jodok Bachmann fu il primo gesuita germanofono a stabilirsi in una riduzione del P. (1640). L'emigrazione sviz. aumentò nel XVIII sec., quando il Paese era ancora sotto l'influenza della Compagnia di Gesù. Fra gli Svizzeri che visitarono il P. nel XIX sec. si distinse il medico e naturalista argoviese Johann Rudolf Rengger, autore dell'opera Reise nach Paraguay in den Jahren 1818 bis 1826 (1835). Nel 1893 il ticinese Mosè Giacomo Bertoni fondò sulle rive del fiume Paraná la colonia agricola e scientifica Guillermo Tell (oggi Puerto Bertoni). Nel XX sec. due pres. della Repubblica, Eduardo Schaerer (1912-16) e José Patricio Guggiari (1928-32), avevano origini sviz. Nel 2008 la colonia sviz. del P. contava 1380 persone, di cui 1014 con la doppia nazionalità; i Paraguaiani in Svizzera erano 256. Numerosi uomini di Stato del P. hanno visitato la Conf., tra cui il pres. Juan Carlos Wasmosy nel 1995.

Il primo trattato concluso tra i due Paesi fu la convenzione di estradizione del 1906. In seguito furono firmati accordi bilaterali per la soppressione del visto (1964), per il commercio (1969), la cooperazione tecnica e scientifica (1971), il traffico aereo (1985) e la promozione e la protezione reciproca degli investimenti (1992). Sul piano commerciale gli scambi tra la Svizzera e il P. sono molto limitati. Nel 2008 le esportazioni elvetiche ammontavano a 12,5 milioni di frs. (prodotti chimici, orologi, macchine), le importazioni a 3,8 milioni (spec. prodotti agricoli, fra cui arachidi, olio e soia). Alcune multinazionali sviz. sono presenti nel P. (Nestlé, Novartis, SGS). Nel 2004 gli investimenti diretti sviz. erano pari a 9,3 milioni di dollari. Alla fine del XX sec. la Direzione dello sviluppo e della cooperazione ha sostenuto l'attività in P. di diverse org. non governative, come Helvetas (presente nel Paese dal 1972).

Riferimenti bibliografici

  • Documentazione del DFAE
  • K. Zbinden, Die schweizerische Auswanderung nach Argentinien, Uruguay, Chile und Paraguay, 1931