de fr it

AmbrogioBertoni

25.8.1811 Milano, 11.11.1887 Lottigna, catt., di Lottigna. Figlio di Giacomo, commerciante. Giuseppina Torriani. Avviato agli studi ecclesiastici, fu espulso dal seminario di Milano per le sue idee liberali e completò la sua formazione in Ticino. Ordinato sacerdote nel 1834, abbandonò l'abito nel 1840. In seguito compì studi di diritto a Parigi e, dopo una pratica presso Carlo Battaglini, aprì uno studio a Lottigna. Partecipò all'insurrezione di Milano nel 1848 e alla campagna del 1849. Tra i capi più autorevoli del radicalismo ticinese, B. fu deputato al Gran Consiglio (1848-75), Consigliere di Stato (1851, 1860-61) e Consigliere agli Stati (1852-53, 1860-62). Esponente di spicco della Soc. Demopedeutica, si occupò dei problemi legati allo sviluppo agricolo del cant. Fu promotore convinto della strada del Lucomagno.

Riferimenti bibliografici

  • Cinque anni di sacerdozio, 1840 (18472)
  • Le condizioni agrarie del Cantone Ticino e specialmente nei distretti superiori, 1851
  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 725
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Ghiringhelli, Andrea: "Bertoni, Ambrogio", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 03.12.1999. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/003486/1999-12-03/, consultato il 11.04.2021.