de fr it

SeverinoGuscetti

24.6.1816 Milano, 20.4.1871 nello Stato di Victoria, in Australia, catt., di Quinto. Figlio di Giovanni Antonio, lattaio, titolare di un negozio a Milano, di Quinto, e di Margherita Ujobi, di Milano. Giuditta Marini, di Besana (Lombardia). Studiò medicina alle Univ. di Vienna e di Pavia, conseguendo la laurea nel 1840. Per un decennio ca. fu medico condotto a Quinto. Aderì alle soc. filantropiche ed educative di ispirazione liberale, fu tra i fondatori della Soc. di temperanza del San Gottardo in Leventina (1846) e di quella "dei pacificatori" (1848) per moderare la litigiosità privata; promosse una biblioteca popolare per la valle Leventina e fu pres. della Soc. degli amici dell'educazione del popolo (1850-51). Fu inoltre traduttore di operette educative e storiche di Heinrich Zschokke e di manuali popolari di selvicoltura; compose testi scolastici di geografia. Indotto dall'amico Stefano Franscini ad assumere responsabilità politiche, fece parte del Gran Consiglio ticinese dal 1848 al 1851 e del Consiglio nazionale dal 1849 al 1851. Membro del Consiglio di Stato dal 1851 al 1854 (Dip. pubblica educazione e igiene), si impegnò in particolare per le riforme agrarie, la secolarizzazione dell'istruzione secondaria e l'organizzazione del liceo cant. a Lugano. Dissapori politici lo indussero nel 1854 a dimettersi dal governo e a emigrare con la fam. in Australia, dove esercitò la professione medica e tentò speculazioni agricole.

Riferimenti bibliografici

  • ESI, 1885, 315-317, 325-329, 343-348, 355-357
  • G. Nizzola, La Società ticinese degli amici dell'educazione nel primo mezzo secolo di vita (1837-1888), 1889, 88-90
  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 742
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF