de fr it

CristoforoMotta

23.1.1823 Airolo, 16.11.1867 Orselina, catt., di Airolo. Figlio di Giovanni Giuseppe, possidente, e di Maria Caterina Lombardi. Matilde Balli. Cognato di Valentino Alessandro Balli. Dopo i collegi di Brunnen, Svitto e Friburgo, studiò al Politecnico di Karlsruhe. Possidente, lavorò come ingegnere. Esponente di rilievo del liberalismo, fu deputato al Gran Consiglio ticinese (1848-54, 1855-59, 1863-67), Consigliere di Stato (1854-55, Dip. della pubblica educazione) e Consigliere agli Stati (1855-56, 1865-66), impegnandosi in questa veste a favore degli interessi ticinesi nella politica ferroviaria. Fece pure parte del Consiglio cant. di pubblica educazione e fu ispettore scolastico. Fu membro fra le altre della Soc. dei Carabinieri e della Soc. Demopedeutica. Capitano di Stato maggiore generale (1867).

Riferimenti bibliografici

  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 746 sg.
  • R. Ceschi et al. (a cura di), Epistolario / Stefano Franscini, 2007, 797 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF
Scheda informativa
Appartenenza familiare
Dati biografici ∗︎ 23.1.1823 ✝︎ 16.11.1867

Suggerimento di citazione

Marcacci, Marco: "Motta, Cristoforo", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 15.06.2016. Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/003523/2016-06-15/, consultato il 13.04.2021.