de fr it

JonasFurrer

Ritratto nel 1846; incisione su pietra realizzata da Eduard Steiner (Biblioteca nazionale svizzera).
Ritratto nel 1846; incisione su pietra realizzata da Eduard Steiner (Biblioteca nazionale svizzera). […]

3.3.1805 Winterthur, 25.7.1861 Bad Ragaz, riformato, di Winterthur. Figlio di Jonas, maestro fabbro, e di Anna Magdalena Hanhart. (1832) Friederike, figlia di Johann Heinrich Sulzer. Dopo le scuole a Winterthur studiò diritto a Zurigo, Heidelberg (1824) e Gottinga (1825-1826). Giurista a Winterthur (1828) e procuratore cantonale, nel 1832 ottenne il brevetto di avvocato. A 29 anni fu eletto nel Gran Consiglio zurighese (1834-1839 e 1842-1848). Leader dell'opposizione liberale contro il governo conservatore di Johann Caspar Bluntschli, primo borgomastro di Zurigo e presidente del Consiglio di Stato (dal 1845), divenne la figura dominante della vita politica zurighese. Il suo campo di attività si sviluppò parallelamente anche sul piano federale: fece parte della commissione dei Sette che si occupò di trovare una soluzione al conflitto del Sonderbund (1847) e fu eletto dal popolo zurighese nel Consiglio degli Stati (1848). Grazie al ruolo di primo piano assunto nella stesura della nuova Costituzione federale, l'Assemblea federale lo scelse come primo presidente della Conf. Durante il mandato in Consiglio federale (1848-61) assunse la direzione del Dipartimento politico negli anni della sua presidenza (1848, 1849, 1852, 1855 e 1858), rivelandosi in diverse occasioni un intelligente ministro degli esteri e un abile diplomatico. Svolse tuttavia la propria attività soprattutto alla testa del Dipartimento di giustizia e polizia: regolò la questione della cittadinanza degli apolidi, emanò una legge a tutela dei matrimoni tra persone di confessioni diverse (1850) e pose le basi della cosiddetta giustizia amministrativa, che regolava i conflitti di competenza tra Confederazione e cantoni. Viene annoverato fra le figure importanti e carismatiche del giovane Stato federale. Nel 1838 gli fu conferito il dottorato h.c. dell'Università di Zurigo.

Riferimenti bibliografici

  • Altermatt, Consiglieri federali, 101-106
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF