de fr it

AlexandreGavard

Caricatura del 1891 tratta dal Carillon de Saint-Gervais (Bibliothèque de Genève).
Caricatura del 1891 tratta dal Carillon de Saint-Gervais (Bibliothèque de Genève). […]

25.3.1845 Perly-Certoux, 29.11.1898 Nizza, catt.-cristiano, di Perly-Certoux. Figlio di Claude François, insegnante, e di Constance-Véronique Martin. 1) Angélique-Julia Girod, figlia di Pierre, astucciaio; 2) Antonie Roch, figlia di Henri, agente di sicurezza. Dopo la scuola industriale e il liceo a Ginevra seguì gli studi preparatori all'Acc. In seguito fu professore al liceo di Carouge (GE; dal 1864) e più tardi (1872) alla scuola industriale e commerciale di Ginevra. Nel 1873 fu nominato segr. generale del Dip. dell'istruzione pubblica. Consigliere com. a Carouge (1873-77), fu eletto al Gran Consiglio ginevrino sulla lista radicale (1874) grazie al suo impegno per la fondazione della Chiesa catt. nazionale di Ginevra. Nel parlamento cant. riferì per conto del Consigliere di Stato Antoine Carteret sulla preparazione delle leggi relative alla soppressione delle corporazioni religiose. Nel 1877 fu eletto in Consiglio di Stato e nel 1884 al Consiglio degli Stati, di cui fece parte fino al 1890 (pres. 1887). Capo del Dip. ginevrino dei lavori pubblici, commise errori di gestione che diedero origine a una feroce campagna denigratoria a suo danno. Nel 1887 passò al Dip. dell'istruzione pubblica. Le lotte interne al partito radicale gli costarono la rielezione in Consiglio di Stato (1889). Sconfitto anche nelle elezioni per il Gran Consiglio (1890), abbandonò temporaneamente la politica e si dedicò a diverse attività. Redattore del giornale radicale Le Genevois (1889-92), professore di storia all'Acc. di Neuchâtel (1892-94) e caporedattore del giornale ufficiale dell'Esposizione nazionale del 1896, fu nuovamente eletto al Gran Consiglio nel 1892 e al Consiglio degli Stati nel 1896. Nel 1897 tornò in Consiglio di Stato in qualità di capo dell'istruzione pubblica, Dip. che diresse fino alla morte. Membro della loggia Fedeltà e Prudenza (dal 1883, venerabile 1895-98), fu autore in particolare di una Histoire de la Suisse au XIXe siècle (1898).

Riferimenti bibliografici

  • F. Ruchon, Histoire politique de Genève, 1953
  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 951 sg.
  • Livre du Recteur, 3, 434
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF