de fr it

Jean-François-MarcellinBussard

11.3.1800 Epagny (com. Gruyères), 4.4.1853 Friburgo, catt., di Gruyères. Figlio di Jean-Nicolas, agricoltore. Joséphine Pfyffer, figlia di Franz-Ludwig, capitano della Guardia sviz. pontificia, sorella di Kasimir Pfyffer. Studiò a Friburgo e a Friburgo in Brisgovia, conseguendo il dottorato utriusque iuris (1825). Nel 1827 divenne avvocato e ottenne una cattedra alla scuola di diritto, di cui fu titolare fino alla morte, salvo una breve interruzione nel 1847-48. Liberale, poi radicale, fu segr. dell'Assemblea costituente di Friburgo (1830) e giudice del tribunale d'appello (1831-36), prima di aprire un proprio studio di avvocatura. Deputato (1832-53), delegato supplente (1832-36), poi delegato alla Dieta (1836-37, 1848), fu Consigliere nazionale (1851-53); sul piano politico sostenne l'opera legislativa e le riforme attuate dal regime radicale in un'ottica centralizzatrice.

Riferimenti bibliografici

  • Eléments de droit naturel privé, 1836
  • Les bords de la libre Sarine, (inno friburghese musicato da Jacques Vogt)
  • Fondo presso BCUF
  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 383 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Steiert, Jean-François: "Bussard, Jean-François-Marcellin", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 03.11.2004(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/003911/2004-11-03/, consultato il 27.02.2021.