de fr it

François-XavierMenoud

26.7.1821 La Magne, 15.9.1904 Friburgo, catt., di La Magne. Figlio di Joseph, agricoltore, sindaco e deputato al Gran Consiglio friburghese, e di Marguerite nata M. Marie Frossard, figlia di François-Laurent, giudice cant. Dopo il collegio Saint-Michel a Friburgo, studiò a Innsbruck (1845). In esilio in Francia dopo la guerra del Sonderbund, nel 1852 tornò a Friburgo dove riprese gli studi di diritto. Fu notaio (1855), poi cancelliere del tribunale della Sarine (1857-76). Fu deputato conservatore catt. al Gran Consiglio friburghese (1856-1901), Consigliere di Stato (1876-92, Dip. della giustizia, poi delle finanze) e Consigliere agli Stati (1872-83). Uomo forte del governo dal 1881 al 1891, cedette poi la guida a Georges Python. Promosse la creazione della Banca dello Stato di Friburgo (di cui fu direttore generale negli anni 1892-1900), destinata a finanziare l'Univ., la grande opera del regime conservatore.

Riferimenti bibliografici

  • La Liberté, 16.9.1904
  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 396
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF

Suggerimento di citazione

Willemin, Nicolas: "Menoud, François-Xavier", in: Dizionario storico della Svizzera (DSS), versione del 07.01.2010(traduzione dal francese). Online: https://hls-dhs-dss.ch/it/articles/003935/2010-01-07/, consultato il 27.11.2020.