de fr it

Basil FerdinandCurti

20.5.1804 Rapperswil (SG), 9.7.1888 Costanza, catt., di Rapperswil. Figlio di Johannes Baptist Nepomuk e di Maria Elisabeth Karolina Helbling. 1) (1838) Rosina Margareta Finger (1810-1844), originaria di una fam. di commercianti di Francoforte; 2) (1850) Ida Luise Hérosé, figlia di un fabbricante di Costanza. C. frequentò le scuole superiori a Sion, Soletta e Lucerna, dove fu allievo di Ignaz Paul Vital Troxler. Nel 1822 venne espulso da Lucerna per agitazione radicale. Dal 1822 al 1825 studiò teol., storia, lingue e in particolare diritto a Würzburg, Heidelberg e Gottinga senza conseguire un diploma. Avvocato di successo a San Gallo (1826-31), a Lichtensteig (1831-35) e poi di nuovo a San Gallo (fino al 1866), fu deputato liberale al Gran Consiglio sangallese (1835-59 e 1861-66), Consigliere di Stato (1839-59; Dip. militare e di giustizia, cinque volte Landamano), membro della Costituente cant. (1859-61) e Consigliere nazionale liberale radicale (1859-66); successivamente si ritirò dalla vita politica. Sostenitore appassionato del tardo Illuminismo, del movimento patriottico, di un'assoluta autorità dello Stato e del progresso inteso come volere divino, C. combatté l'ingerenza della Chiesa nel campo dell'educazione e della politica, la fondazione della diocesi di San Gallo, il Sonderbund e il sistema bicamerale della Conf. In un primo tempo sostenitore entusiasta di liberali quali Gallus Jakob Baumgartner, Matthias Hungerbühler e Johann Baptist Weder, si distanziò poi da essi a causa della sua politica radicale e idealista. Durante il suo mandato quale Consigliere di Stato l'eminente politico diede un contributo determinante alle leggi militare (1852) e penale (1857) di San Gallo.

Riferimenti bibliografici

  • W. Näf, Landammann B. F. Curti, 1804-1888, 1923
  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 547 sg.
  • «Die Landammänner des Kantons St. Gallen, 1. Teil: 1815-1891», in NblSG, 111, 1971, 21
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF