de fr it

LeonhardGmür

22.10.1808 Amden, 12.8.1877 San Gallo, catt., di Amden. Figlio di Gallus, sindaco, della linea dei Grossgmür, e di Anna Barbara nata G. Fratello di Josef (->). 1) (1836) Margarita Stölker; 2) (1840) Monika Ackermann; 3) (1853) Walburga Arnold. Dopo aver frequentato il ginnasio a Friburgo, Fischingen e San Gallo (1823-29), studiò fisica e filosofia (presso Grégoire Girard) al liceo di Lucerna (1829-31), e diritto, economia politica e filosofia (presso Joseph von Görres) a Monaco (1831-33). Dotato di cultura, religiosità, senso della giustizia, umorismo, diplomazia, capacità dialettica, organizzativa e lavorativa, manifestò tali qualità nelle sue attività di pubblicista, commerciante, scienziato, giurista e politico. Redattore ed editore della rivista catt.-conservatrice Der Wahrheitsfreund (1836-55), fu autore di scritti polemici di carattere politico. Lavorò come commerciante nell'azienda tessile del suocero Lorenz Stölker (1837-49) e fu direttore e socio della tipografia Literarische Anstalt di San Gallo (dal 1847) e della cartiera e pastificio Mühlhof a Tübach (1856-60). A San Gallo fu bibliotecario presso la biblioteca abbaziale (1847-55) e professore di estetica e storia dell'arte al cosiddetto corso filosofico (1849-55).

Conservatore, fu membro del Gran Consiglio di San Gallo (1835-65, 1870-76; pres. 1846, 1860, 1863), della Costituente (1859-61), del consiglio amministrativo catt. (1839-47, 1857-77, pres. 1839-41, 1843-45, 1857-77), del Consiglio dell'educazione catt. (1835-39, 1857-62) e del Consiglio dell'educazione cant. (1862-77), del tribunale penale (1838-41, 1847-55, 1857-59), del tribunale cant. (1859-77) e del Consiglio degli Stati (1864-67). Grazie allo stile giornalistico pungente, acquisì un certo influsso sulla politica cant., che insieme al fratello Josef esercitò in seguito anche sul piano nazionale. Dal 1839 ebbe un ruolo di primo piano nella riorganizzazione ecclesiastica del cant. San Gallo. Le trattative con la nunziatura e con la curia a Roma (1845, 1847) contribuirono in maniera significativa alla creazione della diocesi di San Gallo (1847). Nel quadro dei lunghi conflitti sul Sonderbund e su questioni costituzionali, confessionali e scolastiche, guidò i conservatori insieme a Gallus Jakob Baumgartner; nel 1861 sostenne l'accordo con i liberali. In seguito si distinse nell'organizzazione del sistema scolastico cant. e della comunità catt., creò le premesse per la riforma della musica religiosa catt. e mise a frutto le sue conoscenze storico-artistiche durante il restauro della cattedrale di San Gallo (1866-67). Dal 1873 organizzò l'opposizione catt. nell'ambito del Kulturkampf sangallese, perseguendo comunque una politica moderata.

Riferimenti bibliografici

  • Die Ästhetik oder die Wissenschaft des Schönen, 1859
  • J. A. Eberle, Präsident L. Gmür, 1878
  • J. Ziegler, L. Gmür, 1959
  • Gruner, Bundesversammlung/L'Assemblée, 1, 555 sg.
Link
Controllo di autorità
GND
VIAF